Apri il menu principale
Funivia Oropa-lago del Mucrone
Funivia oropa sfondo santuario.jpg
La funivia con il santuario sullo sfondo
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàBiella
Dati tecnici
Tipofunivia
Stato attualeIn uso
Apertura1926
Gestorefondazione Funivie Oropa
Percorso
Stazione a valleOropa
Stazione a monteOropa Sport, nei pressi del lago del Mucrone
Dislivello654 m
Trasporto a fune
Funivia lago del Mucrone-monte Camino
Cestovia oropa sport monte camino.jpg
La cestovia nell'estate del 2012
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàBiella
Dati tecnici
Tipofunivia
Stato attualeattiva,[1]
Apertura1971
Gestorefondazione Funivie Oropa
Percorso
Stazione a valleOropa Sport, nei pressi del lago del Mucrone
Stazione a montemonte Camino
Lunghezza1408 m
Dislivello500 m
DintorniImpianti sciistici
NoteCestovia Monte Camino, [2]
Trasporto a fune
Funivia lago del Mucrone-anticima del Mucrone
Funivia oropa vecchia tratta oropa sport anticima mucrone.jpg
La stazione a valle nel 2012 (demolita nel 2013) e quella di monte (sullo sfondo)
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàBiella
Dati tecnici
Tipofunivia
Stato attualeDismessa
Percorso
Stazione a valleOropa Sport, nei pressi del lago del Mucrone
Stazione a monteanticima settentrionale del monte Mucrone (2.191 m)
Trasporto a fune

Le funivie di Oropa sono un complesso di impianti di risalita costruiti a partire dal 1926. L'impianto è tuttora funzionante nel tratto che collega il santuario di Oropa con Oropa Sport (la stazione di monte del primo troncone, situata nei pressi del lago del Mucrone). Il tratto che di qui prosegue, tramite una cestovia, fino al Monte Camino è attivo. Una terza tratta, quella tra Oropa Sport e l'anticima del Mucrone, è stata dismessa già dal 1982.

StoriaModifica

Il primo troncone della funivia fu costruito nel 1926, a integrare un insieme di installazioni a servizio del turismo destinato al santuario fra cui la già celebre tranvia Biella-Oropa, inaugurata nel 1911.

L'impianto, realizzato da Luis Zuegg,[2] fu il secondo realizzato in Italia ed era all'epoca quello che raggiungeva la quota maggiore. Era sostenuto da tre pilastri intermedi, due dei quali sono rimasti in opera; consentiva di trasportare 120 persone all'ora. L'impianto venne totalmente rinnovato nel 1961 con una lieve modifica del tracciato.[3] Nel 1971 a partire dalla stazione di monte dell'impianto fu possibile raggiungere, grazie ad una cestovia, la sommità del Monte Camino e il rifugio Capanna Renata, situato a brevissima distanza dalla vetta della montagna. Questa tratta è stata chiusa al pubblico nel 2012 ma, anche in risposta ad una petizione firmata da centinaia di cittadini, è stata rimessa in funzione grazie ad un finanziamento pubblico. Una terza tratta funiviaria, che collegava Oropa Sport con l'anticima del Monte Mucrone a quota 2.191, fu invece dismessa a partire dal 1982. La sua stazione di monte, in pessime condizioni, è tuttora presente e ben visibile dal basso, mentre quella di valle è stata recentemente demolita come stabilito da un accordo di programma tra la fondazione proprietaria e il comune di Biella[4].

Servizi accessoriModifica

 
Il pilone intermedio
 
La stazione di monte d'inverno

Nella stazione di valle della funivia è in funzione un bar-ristoro attivo negli orari di apertura dell'impianto. In caso di arresto prolungato della funivia è attivo un accordo con il Soccorso Alpino per garantire in sicurezza l'eventuale evacuazione dell'impianto.[5]

SportModifica

SciModifica

La tratta Oropa Sport-Monte Camino è utilizzata d'inverno come impianto di risalita a servizio dell'area free-ride (ex piste Nanni Serralunga e Malpartus) che collega la cima della montagna con Oropa Sport. Anche la tratta che raggiungeva l'anticima del Mucrone era utilizzata principalmente dagli sciatori, ma in questa zona la difficoltà delle piste era decisamente maggiore.

Attorno al monte Rosso a partire dal 1948 si svolge una gara di sci alpinismo a tecnica classica chiamata Periplo del Rosso.[6]

Alpinismo ed escursionismoModifica

Dalla stazione di monte della funivia è possibile raggiungere in circa dieci minuti di cammino il Lago del Mucrone. Da Oropa Sport partono inoltre numerose escursioni e vie alpinistiche che raggiungono le cime che fanno da corona al santuario di Oropa (monte Mucrone, monte Rosso, punta della Barma, monte Camino, monte Tovo), e transita anche la Grande Traversata delle Alpi. Nella zona attorno al nuovo ed al vecchio pilone intermedio della funivia si sviluppano alcune vie di arrampicata e la ferrata Nito Staich.[7]

Mountain bikeModifica

Durante la stagione estiva è possibile viaggiare con la mountain bike sulla funivia scendendo poi verso Pollone o Biella con vie di discesa di varia difficoltà e lunghezza.[8]

PescaModifica

Il lago del Mucrone è piuttosto pescoso e qualche anno fa vi si teneva una gara di pesca annuale.[8]

NoteModifica

  1. ^ I soldi per la cestovia si sono. Ora è solo questione di tempi, Stefano Zavagli; articolo su La Stampa del 13 agosto 2013, on-line su [1] (consultato nell'agosto 2013)
  2. ^ I partners di Oropa Natura - Le Funivie del Mucrone, scheda su www.oropanatura.it (consultato nel luglio 2013)
  3. ^ La Funivia Oropa - Lago Mucrone, www.retrofutur.org (consultato nel luglio 2013)
  4. ^ ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 492 DEL 24 DICEMBRE 2012, città di Biella; on-line in .pdf su www.comune.biella.it (consultato nell'agosto 2013)
  5. ^ Sito della Fondazione Funivie Oropa (consultato nel luglio 2013)
  6. ^ Periplo del Rosso, info sulla gara su www.bufarola.it Archiviato il 25 agosto 2014 in Internet Archive. (consultato nel luglio 2013)
  7. ^ Oropa verticale, pagina web dell'ATL di Biella, on-line su www.atl.biella.it (consultata nel giugno 2014)
  8. ^ a b La funivia di Oropa. Un impianto storico e ricco di storia, scheda sul sito www.montagnabiellese.com Archiviato il 6 febbraio 2015 in Internet Archive. (consultato nel luglio 2013)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica