Gail Halvorsen

aviatore statunitense
Gail Halvorsen
Gail "Zio Wiggly Wings" Halvorsen collega un piccolo paracadute a dei pacchetti di dolciumi

Gail Halvorsen (Salt Lake City, 10 ottobre 1920) è un aviatore e militare statunitense, pilota di C-47 e C-54 durante il Blocco di Berlino (Operazione Vittles) 1948-1949.

BiografiaModifica

Assurse a pubblica notorietà nel 1948, durante il blocco sovietico della città di Berlino quando, poco prima di atterrare all'aeroporto Tempelhof nel settore statunitense di Berlino, Halvorsen lasciava cadere dei piccoli paracadute collegati a pacchetti di caramelle. Questa azione, chiamata Operation Little Vittles, indusse comportamenti analoghi nei suoi colleghi e rese popolari gli aerei come i Rosinenbomber (bombardieri di uva sultanina). A seguito del blocco totale delle vie d'accesso alla città, e la privazione di luce e gas, la popolazione pativa la fame ed il freddo. Halvorsen si era unito volontariamente al ponte aereo per Berlino e desiderava alleviare le sofferenze dei piccoli berlinesi durante un periodo così difficile come era il 1948 in una città già devastata dalla 2ª guerra mondiale.

Halvorsen raccontò di aver avuto l'idea dopo aver regalato delle gomme da masticare a dei bambini che dall'esterno dell'aeroporto guardavano atterrare gli aerei da trasporto e promise ai bambini di paracadutargli dei dolciumi il giorno successivo ma, visto che gli aerei atterravano ogni novanta secondi all'aeroporto Tempelhof, promise di oscillare le ali wing waggler in modo da rendersi riconoscibile.

Le sue azioni divennero presto di dominio pubblico, e generarono molta emozione ed interesse. L'opinione pubblica americana rispose con un supporto concreto donando quasi 400 chilogrammi di dolciumi. Alla fine del ponte aereo, dagli aerei gli equipaggi sganciarono più di 23 tonnellate di cioccolato, gomme da masticare e altri dolciumi in varie zone di Berlino. L'associazione statunitense dei pasticcieri donò buona parte dei dolci e molti bambini statunitensi diedero una mano, donando dolciumi e legando i paracadute ai pacchetti.

L'operazione ebbe un sostanziale impatto sull'opinione pubblica tedesca e su come questa percepiva gli Americani in Germania, dopo le devastazioni della guerra, diventando un punto di riferimento delle relazioni tra Germania e Stati Uniti d'America. Durante la cerimonia di apertura dei XIX Giochi olimpici invernali a Salt Lake City l'8 febbraio 2002 Halvorsen fece da portabandiera per la Germania nello stadio Rice-Eccles Stadium.

Nel 1989 Halvorsen ritornò a Berlino per le commemorazioni del quarantesimo anno del ponte aereo. Durante l'operazione Provide Promise in Bosnia ed Erzegovina ha sganciato delle caramelle da un C-130. L'esercito degli Stati Uniti d'America ha realizzato delle operazioni simili a quelle svolte da Halvorsen. In Iraq ha sganciato dei pupazzi e dei palloni da calcio per i bambini iracheni [1].

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN262995396 · ISNI (EN0000 0003 8175 9555 · LCCN (ENn92024370 · GND (DE130422371 · WorldCat Identities (ENn92-024370
  Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione