Galizianismo

Il Galizianismo o Galleguismo[1] (gaje'gizmo) è una corrente intellettuale di pensiero che ha come obiettivo la perpetuazione mediante difesa e promozione attiva, l'identità e la cultura proprie della Galizia in tutte le sue peculiarità (lingua e letteratura, musica, folclore, gastronomia, tradizioni, etc.). Queste attività vengono svolte tanto da istituzioni pubbliche quanto da enti privati (associazioni, fondazioni, ...).

A causa dell'evoluzione storica della Galizia, nel quadro della nazione spagnola, il Galizianismo verrà usato in diverse occasioni a fini politici e per diversi partiti politici senza un orientamento ideologico ben definito (anche se nella maggior parte dei casi predomina un'ideologia nazionalista).

StoriaModifica

Il Galizianismo nacque verso la metà del XIX secolo, formulato prima come provincialismo e poi come regionalismo. Il termine inizia però a diffondersi solo dopo l'istituzione del primo Irmandade da Fala nel 1916 a La Coruña.

NoteModifica

  1. ^ Con il termine galleguismo o galizianismo si può intendere anche un forestierismo proveniente dal galiziano, vale a dire, una parola o espressione incorporata in un'altra lingua, specialmente quella castigliana (spagnola) come per es. le parole cruceiro, grelo, vieira, morriña, chubasco.

Collegamenti esterniModifica