Apri il menu principale
Gambarogno
comune
Gambarogno – Stemma
Gambarogno – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneFlag of Canton of Tessin.svg Ticino
DistrettoLocarno
Amministrazione
Lingue ufficialiItaliano
Data di istituzione2010
Territorio
Coordinate46°08′06″N 8°48′36″E / 46.135°N 8.81°E46.135; 8.81 (Gambarogno)Coordinate: 46°08′06″N 8°48′36″E / 46.135°N 8.81°E46.135; 8.81 (Gambarogno)
Altitudine196 m s.l.m.
Superficie51,74 km²
Abitanti5 154 (2015)
Densità99,61 ab./km²
Frazionivedi elenco
Comuni confinantiAlto Malcantone, Ascona, Curiglia con Monteviasco (IT-VA), Locarno, Minusio, Monteceneri, Tenero-Contra, Maccagno con Pino e Veddasca (IT-VA).
Altre informazioni
Cod. postale6571, 6573, 6574, 6575, 6576, 6577, 6578, 6579, 6594
Prefisso091
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS5398
TargaTI
CircoloGambarogno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Gambarogno
Gambarogno
Gambarogno – Mappa
Sito istituzionale

Gambarogno (in dialetto ticinese Gambarögn[senza fonte]) è un comune svizzero di 5 154 abitanti del Canton Ticino, nel distretto di Locarno.

Geografia fisicaModifica

StoriaModifica

Il comune di Gambarogno è stato istituito il 25 aprile [1][senza fonte] 2010 con la fusione dei comuni soppressi di Caviano, Contone, Gerra Gambarogno, Indemini, Magadino, Piazzogna, San Nazzaro (a sua volta istituito nel 1929 con la fusione dei comuni soppressi di Casenzano e Vairano), Sant'Abbondio e Vira Gambarogno; capoluogo comunale è Magadino.

La fusione è stata decisa dal Consiglio di Stato il 16 aprile 2008 e approvata dal Gran Consiglio ticinese il 23 giugno successivo[2].

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[3]:

Abitanti censiti

 

Geografia antropicaModifica

FrazioniModifica

 
Magadino

NoteModifica

  1. ^ https://www.gambarogno.ch/Dati-generali-e9d85100
  2. ^ Respinto il ricorso del Comune di San Nazzaro contro la nascita del nuovo Comune del Gambarogno (PDF), in Bollettino stampa informativo del Consiglio di Stato, 4 settembre 2009. URL consultato il 23 settembre 2017.
  3. ^ Graziano Tarilli, Gambarogno (regione), in Dizionario storico della Svizzera, 11 gennaio 2017. URL consultato il 23 settembre 2017.

BibliografiaModifica

  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980.
  • Flavio Maggi, Patriziati e patrizi ticinesi, Pramo Edizioni, Viganello 1997.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007.
  • Pierre Amsler, Vita di un paese - Caviano nel Gambarogno (Leben in einem Dorf), Società svizzera per le tradizioni popolari, vol. 78, Basilea 2007, 419.
  • Pierre Amsler, Vita di un paese nel Gambarogno (Leben in einem Dorf), Società svizzera per le tradizioni popolari, vol. 79, Basilea 2010, 448.
  • Fabio Chierichetti, Gioachimo Masa, Dottor fisico, politico progressista e notabile locale, in «Bollettino della Società Storica Locarnese», n. 21, novembre 2017.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN237007025 · GND (DE4591463-1 · WorldCat Identities (EN237007025
  Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Ticino