Apri il menu principale
Gazzettino Padano
PaeseItalia
Anno1950 - in onda
Genereradiogiornale
DurataLUN - SAB 7.18 - 7.30
LUN - SAB 12.10 - 12.25
LUN - VEN 18.30 - 18.35
DOM 12.15 - 12.25
Lingua originaleitaliano
Crediti
Conduttoreconduttori vari a rotazione
Emittente radiofonicaRadio 2 (fino al 2000)
Radio 1 (dal 2000)

Gazzettino Padano è una trasmissione radiofonica regionale in onda attualmente sulle frequenze di Radio 1 in Lombardia.

L'emissione avviene sia sulla rete a modulazione di frequenza di Radio 1, sia sulle onde medie (900 kHz) grazie al trasmettitore di Siziano (citato come stazione di Milano), che ne rende possibile l'ascolto nel Nord Italia.

Indice

La storiaModifica

Il Gazzettino Padano nasce nel 1950 da una riforma del Gazzettino Lombardo. Il nome deriva dal fatto che inizialmente le trasmissioni erano rivolte all'intera pianura padana, ma successivamente si restrinsero alla copertura del territorio lombardo. Direttore ne era Attilio Spiller di Garbagnate, giornalista ed esperto di cronaca e storia regionale. Tra i presentatori dal 1950 al 1961 vi è stato Febo Conti. Dai suoi microfoni si esibì anche un giovane Giorgio Gaber[1].

La realizzazione del programma avviene negli studi radio di Milano, al quinto piano di Corso Sempione, già sede dell'EIAR; la diffusione invece avviene come già detto attraverso la rete a Onde medie e Modulazione di frequenza di Radio 1 che serve la Lombardia.

Fino all'anno 2000 la diffusione del Gazzettino Padano era affidata alla rete a Onde Medie e Modulazione di frequenza di Rai Radio 2. Le edizioni erano due: dalle 12.10 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 14.30, cui seguiva sempre in ambito regionale la trasmissione "Noi in Lombardia" dalle 14.30 alle 15.00. Dal lunedì al sabato.

La trasmissioneModifica

Attualmente sono tre le edizioni nei giorni lavorativi, e una nei giorni festivi: nei giorni lavorativi la prima edizione è la mattina alle ore 7:20 (dal 15 settembre 2014, è stata anticipata alle ore 7:18), la seconda edizione è alle ore 12:10, dal 27 ottobre 2014 è stata istituita la terza edizione alle ore 18:30, questa terza edizione, a differenza delle due edizioni precedenti, non va in onda al sabato. Mentre nei giorni festivi, è prevista l'unica edizione alle ore 12:15. In tutti i casi la messa in onda è aperta con un avviso che segnala l'inizio delle trasmissioni a diffusione regionale, quasi sempre seguito dall'uccellino della radio. La sigla vera e propria è il brano La bella Gigogin, brano risorgimentale lombardo. Si parte con una rapida occhiata al traffico con il collegamento a "Radio Traffic" , seguita dalle previsioni Meteo del Centro Geofisico Prealpino del Campo dei Fiori di Varese. Presentate per anni dal prof. Salvatore Furia (salvo rare eccezioni) sino al giorno della sua morte, il 12 agosto 2010, da allora sono lette ad alternanza da Camilla Galli, Simone Scapin e Paolo Valisa (altri meteorologi del Centro Geofisico Prealpino). Dopo questa parte introduttiva la trasmissione prosegue con notizie relative alla zona di Milano e alle altre provincie della Lombardia, lette in diretta e seguite da servizi di redazione, con contributi via telefono oppure registrati. Chiude la trasmissione del mattino la rubrica dedicata ai titoli dei giornali locali lombardi "Oggi sui quotidiani". Invece l'ultima parte della trasmissione delle ore 12.10 contiene la Rubrica degli auguri dedicata ai compleanni dei "nonni" lombardi su segnalazione da parte di parenti o amici, auguri cui spesso si aggiungono anche quelli della Redazione.

ConduttoriModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica