Apri il menu principale

Gel

Materiale colloidale bifasico costituito da un liquido disperso in un solido.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi GEL.

Il gel è un materiale colloidale bifasico elastico, costituito da un liquido disperso e inglobato nella fase solida. Il liquido "abita" nella struttura costituita dal solido, che a sua volta sfrutta la tensione superficiale del liquido per non collassare.

I gel possono avere origine organica (proteine, polimeri) o inorganica (argilla, silice).

Indice

Preparazione del gelModifica

Un sol-gel rappresenta una sospensione colloidale in grado di solidificare formando un gel.

I gel si preparano per raffreddamento di una soluzione colloidale o per rapida reazione ad alta concentrazione di reagenti in fase liquida.

Esempi di gelModifica

Gel più o meno ricchi di acqua sono i saponi, le diverse gelatine, la gomma naturale, i fogli di cellophane, minerali come l'opale e anche il formaggio.

LavorazioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Processo sol-gel.

Il contenuto liquido nel gel può separarsi per essiccazione, ottenendo un aerogel (se in seguito all'eliminazione del liquido, svolta in condizioni supercritiche, si mantiene la geometria iniziale) o xerogel (se il materiale ottenuto è più compatto rispetto a quello iniziale).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica