Apri il menu principale

Gens Licinia

famiglie romane che condividevano il nomen Licinio

La Gens Licinia, o Licinii, è stata una famosa gens plebea dell'Antica Roma originaria della città etrusca di Lanuvio[1].

Un membro della gens Licinia fu Gaio Licinio Stolone, che aiutò le gentes di origine plebea a ottenere il diritto di poter concorrere per il ruolo di console. I Licinii divennero una delle più illustri gentes negli ultimi tempi della Repubblica, guidati da due rami, i Licinii Crassi e i Licinii Luculli.

Indice

OriginiModifica

L'origine della gens è incerta. Una iscrizione bilingue latina-etrusca, pubblicata da Luigi Lanzi (Saggio di Lingua Etrusca. vol. ii. p. 342, Roma 1789), dimostra come il nome etrusco Lecne, che è frequente nei monumenti sepolcrali etruschi, corrisponda a quello di Liciniuss, contribuendo così a legittimare la teoria secondo la quale la famiglia sarebbe stata di origine etrusca. Questa ipotesi è supportata dal fatto che sotto il consolato di Licinio Calvo, 364 a.C., gli atleti etruschi parteciparono ai giochi pubblici di Roma.

Membri illustri della gensModifica

Imperatori romaniModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

  Portale Antica Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Roma