Gentrificazione

Gentrificazione (in inglese gentrification) è un concetto sociologico che indica il progressivo cambiamento socioculturale di un'area urbana da proletaria a borghese a seguito dell'acquisto di immobili, e loro conseguente rivalutazione sul mercato, da parte di soggetti abbienti[1]. Sinteticamente, può essere definita come processo di imborghesimento di aree urbane un tempo appannaggio della classe lavoratrice, la quale è progressivamente rimpiazzata non potendo più economicamente sostenere i nuovi standard qualitativi del luogo di residenza.

DescrizioneModifica

 
STOP GENTRIFICATION: scritta murale a Torino nella popolare zona di Porta Palazzo, da tempo al centro di contrasti ideologici circa una sua radicale trasformazione in quartiere di lusso

Il termine gentrification è stato introdotto in ambito accademico dalla sociologa inglese Ruth Glass nel 1964[2] per descrivere i cambiamenti fisici e sociali di un quartiere di Londra seguiti all'insediamento di un nuovo gruppo sociale di classe media. A tal proposito C. Hamnett ha scritto:[3]

«Ella identificò la gentrification in un processo complesso, o un insieme di processi, che comporta il miglioramento fisico del patrimonio immobiliare, il cambiamento della gestione abitativa da affitto a proprietà, l'ascesa dei prezzi e l'allontanamento o sostituzione della popolazione operaia esistente da parte delle classi medie.»

Questi cambiamenti non si verificano tanto nelle periferie urbane, quanto e soprattutto nei centri storici e nei quartieri centrali, nelle zone con un certo degrado da un punto di vista edilizio e con costi abitativi bassi. Nel momento in cui queste zone vengono sottoposte a restauro e miglioramento urbano, tendono a far affluire nuovi abitanti ad alto reddito e ad espellere i vecchi abitanti a basso reddito, i quali non possono più permettersi di risiedervi. Un caso emblematico in Italia è quello di Aurora, quartiere semicentrale di Torino avente nelle storiche Porta Palazzo e Borgo Dora il suoi cuori pulsanti: pur trovandosi ad un chilometro da Piazza Castello e dal Duomo, è assimilabile a tutti gli effetti ad una periferia, a causa del palpabile degrado urbano con episodi di spaccio e furti all'ordine del giorno, nonché una forte presenza straniera poco integrata, che in questo quartiere raggiunge il 30 percento sul totale degli abitanti. Gli sporadici tentativi, rimasti lettera morta nella maggior parte dei casi, di riqualificare un'area ricca di storia, con importanti testimonianze architettoniche e culturali (considerata un ingresso trionfale nel centro storico) oltre a non essere ben recepiti dai residenti hanno incontrato le feroci resistenze dei movimenti antagonisti locali e non. Il fallimento ripetuto di questi progetti risiede altresì nel fatto che una metropoli operaia come Torino, in seguito al decentramento delle grandi industrie iniziato a fine anni ottanta, non ha saputo adeguatamente migliorare la propria ricettività attraverso nuove forme di investimento nel terziario, cosa che la vicina Milano ha effettuato con successo: un esempio di gentrificazione riuscita è la rinnovata zona Isola, quartiere fino ad un paio di decenni fa degradato alla pari di Aurora.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Benjamin Grant, Urban gentrification is associated with movement, in Public Broadcasting Service, 17 giugno 2003. URL consultato il 30 maggio 2020.
  2. ^ "Gentrificazione", in Lessico del XXI secolo, su Enciclopedia Treccani
  3. ^ G.Bridge, S. Watson , (2000), “A companion to the city”, Malden, MA: Blackwell Publishers

BibliografiaModifica

  • Booza, Jason, Cutsinger, Jackie, and Galster, George. "Where Did They Go? The Decline of Middle-Income Neighborhoods in Metropolitan America." Brookings Institution, 28 luglio 2006
  • Cash, Stephanie. “Landlords put a squeeze on Brooklyn artists.” Art in America v. 89 (3), pp. 39–40.
  • Castells, M. (1983) "Cultural identity, sexual liberation and urban structure: the gay community in San Francisco" in M. Castells, The City and the Grassroots: A Cross-Cultural Theory of Urban Social Movements (Edward Arnold, London) pp. 138–170.
  • Diappi, Lidia (a cura di). "Rigenerazione urbana e ricambio sociale. Gentrification in atto nei quartieri storici italiani". Franco Angeli, 2009.
  • Friedman, John. “The world-city hypothesis.” From World Cities in a World-System, Paul L. Knox and Peter J. Taylor (eds), Cambridge UP, 1995, pp. 317–331
  • Hamnett, Chris. “The blind men and the elephant: the explanation of gentrification.” Transactions of the Institute of British Geographers 1991, v. 16, pp. 173–189.
  • Hamnett, Chris. "Gentrifiers or lemmings? A response to Neil Smith.” Transactions of the Institute of British Geographers 1992, v. 17, pp. 116–119.
  • Knox, Paul L. “The restless urban landscape: Economic and Sociocultural change and the transformation of metropolitan Washington, DC.” Annals of the Association of American Geographers 1991, v. 81, pp. 181–209.
  • Lang, Michael. Gentrification Amid Urban Decline. Massachusetts: Ballinger Publishing Company, 1982.
  • Ley, David. “Alternative explanations for inner-city gentrification: a Canadian assessment.” Annals of the Association of American Geographers 1986, v. 76, pp. 521–535.
  • Ley, David. “Gentrification and the politics of the new middle class.” Environment and Planning D: Society and Space 1994, v. 12, pp. 53–74.
  • Ley, David. “Reply: the rent-gap revisited.” Annals of the Association of the American Geographers 1987, v. 77, pp. 465–468.
  • Lloyd, Richard. Neo-Bohemia. Routledge, 2006. ISBN 0-415-95182-8.
  • Maag, Christopher. "In Cincinnati, Life Breaths Anew in Riot-Scarred Area". New York Times.com 2006. 25 novembre 2006
  • Mele, Christopher. Selling the Lower East Side. University of Minnesota, 2000. ISBN 0-8166-3182-4.
  • Moore, Keith. "From redline to renaissance". Salon.com, 2 agosto 1999.
  • Papayis, Marilyn Adler. “Sex and the revanchist city: zoning out pornography in New York.” Environment and Planning D: Society and Space 2000, v. 18, pp. 341–353.
  • Ranaldi, I. (2012), "Testaccio da quartiere operaio a village della capitale", Franco Angeli, Milano.
  • Ranaldi, I. (2014), "Gentrification in parallelo. Quartieri tra Roma e New York", Aracne, Roma.
  • Rose, Demaris. “Rethinking gentrification: beyond the uneven development of marxist theory.” Environment and Planning D: Society and Space 1984, v. 2, pp. 47–74.
  • Sassen, Saskia. “On concentration and centrality in the global city.” From World Cities in a World-System, Paul L. Knox and Peter J. Taylor (eds), Cambridge UP, 1995 pp. 63–75.
  • Semi, Giovanni. "Gentrification. Tutte le città come Disneyland". Il Mulino, 2015.
  • Smith, N. (1987) "Gentrification and the rent-gap", Annals of the Association of American Geographers 77 (3) pp. 462–465.
  • Smith, N. (1996) The New Urban Frontier: Gentrification and the Revanchist City. (Routledge, London).
  • Zukin, Sharon. Loft Living. Rutgers UP, 1989. ISBN 0-8135-1389-8

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 59746 · LCCN (ENsh85053952 · GND (DE4291675-6