Gianni M (aliscafo)

Gianni M è un aliscafo appartenente alla compagnia siciliana Liberty Lines.

Gianni M
Descrizione generale
Civil Ensign of Italy.svg
Tipoaliscafo
ClasseHF02 (Admiral 350)
ArmatoreLiberty Lines
Porto di registrazioneCatania
RottaTrapaniPantelleria
CantiereLiberty Shipyard
MadrinaSimona Vicari
Battesimo24 marzo 2016
Costo originale€ 7.326.000
Entrata in servizio2016
Statoin servizio
Caratteristiche generali
Dislocamento155 t.
Lunghezza37,74 m
Larghezza7,1 m
Pescaggio4,2 m
Propulsione2 motori diesel Caterpillar da 2.300 cavalli
Velocità38 nodi (70,38 km/h)
Autonomia600 miglia marine
Numero di ponti3
Numero di cabine4 saloni
Passeggeri350
voci di navi passeggeri presenti su Wikipedia

Dotato di 350 posti, è l'aliscafo più capiente del mondo[1].

ProgettazioneModifica

Il progetto dell'aliscafo, inizialmente denominato Prototipo HF02[2] (abbreviazione dall'inglese hydrofoil, aliscafo), è stato realizzato dal "Consorzio di ricerca per l'innovazione tecnologica sicilia trasporti navali, commerciali e da diporto", in collaborazione con il dipartimento di Ingegneria dell'Università di Palermo[3], l'Università di Messina e l'Istituto di Tecnologie Avanzate per l'Energia (ITAE) del Consiglio Nazionale delle Ricerche e realizzato nei Cantieri HSC Shipyard di Trapani.[4]

Oltre alla maggiore capienza (350 passeggeri, invece dei 220 posti standard[5]), l'imbarcazione possiede molte caratteristiche innovative, come l'uso di pannelli fonoassorbenti per abbattere la rumorosità, riduzione del peso dello scafo e un nuovo sistema di ali ad alta efficienza idrodinamica che potranno offrire ai passeggeri un migliore comfort, oltre a minori consumi e maggiore velocità (35 nodi - 65 km/h), pannelli fotovoltaici installati sul ponte per produrre energia elettrica per i servizi di bordo, un nuovo sistema di trasmissione del moto all'elica per ridurre le vibrazioni.

Il costo del progetto è stato di 7.326.351 euro[6], di cui € 4.816.516,80 finanziati dal Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività 2007-2013 dell'Unione europea e del Governo Italiano[7].

InaugurazioneModifica

L'aliscafo è stato realizzato a Trapani dai cantieri navali della Liberty Shipyard, con un costo di circa sette milioni di euro, dove è stato varato il 24 marzo 2016. È entrato in linea ufficialmente a maggio del 2017 tra Messina e Reggio Calabria per poi subentrare nella linea tra Milazzo e le isole Eolie. Da giugno 2022 opera nella linea Trapani ↔️ Pantelleria.

NoteModifica

  1. ^ Gianni M, a Trapani aliscafo più grande al mondo, ANSA, 24 marzo 2016.
  2. ^ Copia archiviata, su hf02.it. URL consultato il 25 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2016).
  3. ^ Trapani, ecco l'aliscafo più grande del mondo, su livesicilia.it, 24 marzo 2016.
  4. ^ VARO GIANNI M, su HSC Shipyard. URL consultato il 10 settembre 2020 (archiviato dall'url originale il 31 marzo 2016).
  5. ^ Rita Sanvincenti, Regalo del "Comandante": il Trapani in Serie B, in Aurora International Journal, 21 maggio 2013.
  6. ^ HF02, su navtecsicilia.it, Navtecsicilia. URL consultato il 25 marzo 2016.
  7. ^ Progetto PON02_00153_2939568 - Imbarcazione innovativa a sostentamento alare a basso consumo ed elevato comfort per trasporto passeggeri, su ponrec.it. URL consultato il 25 marzo 2016.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica