Apri il menu principale

Giorgio Falco (Torino, 6 febbraio 1888Torino, 26 aprile 1966) è stato uno storico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Fratello di Mario, nacque a Torino. Si laureò in Lettere nel 1911 con una tesi in storia medievale su Alfano di Salerno, relatore Pietro Fedele. Si trasferì poi a Roma dove rimase sino al 1914 a perfezionare i suoi studi presso la "Società romana di storia patria". Dal 1914 al 1930 insegnò storia, geografia e italiano in istituti tecnici di Fossano, Roma e Torino.

Nel 1930 vinse un concorso universitario presso l'Università degli Studi di Torino e sostituì Pietro Egidi sulla cattedra di storia moderna. Nel 1933 passò invece alla cattedra di storia medievale, sua vera passione. In questi anni aderì con entusiasmo alle idee di Benedetto Croce, che influenzarono due delle sue opere più importanti: La Polemica sul Medio Evo, pubblicata nel 1933 nella Biblioteca della Società storica subalpina, e la Santa Romana Repubblica scritta nel 1937 ma pubblicata nel 1942.

Nel 1938 fu costretto a lasciare il lavoro a causa delle leggi razziali fasciste. Si trasferì a Roma dove dopo l'8 settembre 1943 trovò rifugio in casa dell'amico Arturo Carlo Jemolo, assieme alla vedova e alle figlie del fratello Mario, fino alla Liberazione.[1] Si convertì al cattolicesimo e fu battezzato. Nel 1945 tornò a Torino, ma fu costretto a dividere la cattedra con Francesco Cognasso che nel frattempo l'aveva sostituito. Mal sopportando questa situazione, nel 1951 si trasferì all'Università degli Studi di Genova, dove per tre anni insegnò storia medioevale e moderna. Nel 1954 tornò poi a Torino riprendendo la cattedra di storia moderna.

Nel 1958 presso l'Università di Genova ("Istituto di storia medievale e moderna fonti e studi"), commemorò Carlo Pisacane nel centenario della morte pubblicando Un autografo di Carlo Pisacane. Detta pubblicazione si realizzò soprattutto in base agli incartamenti dei processi politici celebrati a Genova tra il 1857 e il 1858.

OpereModifica

  • Polemica sul medioevo, 1933
  • La Santa Romana Repubblica, 1942
  • "Un autografo di Carlo Pisacane" 1958

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN61639596 · ISNI (EN0000 0001 0907 4880 · SBN IT\ICCU\CFIV\022758 · LCCN (ENn80090523 · GND (DE11937319X · BNF (FRcb12433782k (data) · BAV ADV10132167