Apri il menu principale

Giovanni Battista Natolini

tipografo e scrittore italiano

Giovanni Battista Natolini (San Daniele del Friuli, 1551Udine, 1609) è stato un tipografo e scrittore italiano.

Indice

BiografiaModifica

Secondo alcune fonti nacque a Colloredo di Monte Albano[1]. I genitori erano due dipendenti dei conti di Colloredo: il fattore Bernardino Carga Natolini e Girolama, una cameriera. Fu avviato allo studio del latino e del greco nella scuola pubblica di Giampietro Astemio a San Daniele; verso il 1665 entrò nella bottega del tipografo Nicolò Bevilacqua a Venezia. Nel 1571 prese parte come volontario alla battaglia di Lepanto, della quale diede poi un resoconto[2]. Nel 1578 scrisse Legendario delle santissime vergini[3], ristampato più volte ancora nel XVIII secolo[4]. Dal 1588 al 1591 lavorò a Venezia presso il tipografo-editore Damiano Zenaro.

Il 24 febbraio 1592 chiese al Comune di Udine il permesso di poter aprire una stamperia. Accettata la richiesta, Natolini fu nominato anche stampatore del Patriarcato di Aquileia. A Udine stampò soprattutto opere di argomento religioso. Stampò tuttavia anche il IV dei Responsa del giurista Tiberio Deciani[5] e nel 1607 la prima grammatica di sloveno (Vocabolario italiano, e schiavo), opera di Gregorio Alasia.

NoteModifica

  1. ^ Database OPAC ICCU, «Natolini, Giovanni Battista»
  2. ^ Scielta di varie cose notabili, cauate da Gaio Plinio Secondo; il quale scrisse di tutte le cose create da Dio, parte da lui esperimentate, & parte raccolte da infiniti autori, che scrissero innanzi a lui in tutte scienze, In Udine: appresso il sudetto Natolini, 1604
  3. ^ Legendario delle santissime vergini; le quali volsero morire per il nostro Signore Giesu Christo, & per mantenere la sua santa fede, & virginita, Hora nuouamente ristampato, corretto, &t di vaghe figure ornato, In Venetia: appresso Domenico, &t Gio. Battista Guerra, fratelli, 1578
  4. ^ Legendario delle santissime vergini, le quali volsero morire per il Nostro Signor Gesu Cristo, per mantenere la sua anta fede. Nuouamente ristampato e da molti erori coretto, con aggiunta nel fine di nuove Sante Vergini, ed anco la Vita di S. Rota, la quale non è stata più stampata nel presente libro, In Venezia: appresso Homobon Bettanino sul Ponte di Rialto, 1747
  5. ^ Responsorum clarissimi ac celeberrimi i.v. consultissimi d. Tiberi Deciani Vtinensis, comitis Lateranensis, ... volumen quartum. Responsa plane omnibus tum in foro, tum in scholis versantibus, apprime conducibilia, nec minus necessaria. Accessit præterea index rerum omnium, locorumque insignum locupletissimus, Venetiis: apud Vassallinum, 1602 (Udine: formis Ioannis Baptistae Natolini typographi publici magnificae ciuitatis Vtin)

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN24528602 · ISNI (EN0000 0000 5269 4834 · LCCN (ENnr2001024529 · GND (DE119771381 · BAV ADV12640613 · CERL cnp01237704
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie