Apri il menu principale
Giovanni Grimani
patriarca della Chiesa cattolica
Grimani.png
 
Incarichi ricoperti
 
Nato8 luglio 1506
Nominato vescovo20 febbraio 1540
Elevato patriarca23 gennaio 1545
Deceduto3 ottobre 1593 (87 anni)
 

Giovanni Grimani (Venezia, 8 luglio 1506Venezia, 3 ottobre 1593) è stato un patriarca cattolico italiano, patriarca di Aquileia una prima volta dal 1545 al 1550 e successivamente dal 1585 fino al 1593.

Indice

BiografiaModifica

Nipote del cardinale Domenico Grimani, nacque dalla nobile famiglia veneziana dei Grimani, quarto figlio di Girolamo Grimani e di Elena Priuli, fu fratello dei cardinale Marino e del patriarca Marco.

Fu vescovo di Ceneda dal 1540 al 1545, dopo esserne già stato amministratore apostolico dal 1520 al 1531.

Come patriarca di Aquileia indisse due sinodi diocesani nel 1565 e nel 1584[1].

Non ottenne la porpora cardinalizia perché sospettato di accogliere alcune teorie della Riforma luterana contrarie all'ortodossia cattolica. Da queste accuse Giovanni si difese di persona al Concilio di Trento nel 1563.

Uomo colto ed appassionato collezionista di arte classica, commissionò anche l'ampliamento del Palazzo Grimani di Santa Maria Formosa. In questo palazzo raccolse importanti opere e divenne promotore di uno sviluppo culturale in città. Nel 1587 donò la sua collezione di antichità (circa 200 pezzi, che si aggiungevano ai 16 donati dallo zio Domenico) alla Serenissima Repubblica. Sebbene seguì personalmente l'impresa dell'allestimento, morì prima di riuscirci, e sarà il procuratore Federico Contarini a continuarla (accrescendo inoltre le collezioni con opere proprie, donate in quell'occasione allo Stato) e 1596 si costituisce lo Statuario Pubblico, annesso alla Biblioteca Marciana. Di fatto la collezione di Giovanni Grimani formò il nucleo originario e sicuramente il più consistente dell'attuale Museo Archeologico Nazionale di Venezia.

NoteModifica

  1. ^ Giacomo Marcuzzi, Sinodi Aquileiesi, Udine, Tipografia del Patronato, 1910, pp. 212-236

BibliografiaModifica

  • Pio Paschini, Giovanni Grimani accusato d'eresia, in Pio Paschini, Tre illustri prelati del Rinascimento. Ermolao Barbaro, Adriano Castellesi, Giovanni Grimani, Facultas theologica Pontifici Athenaei Lateranensis, 1957, pp. 133–196.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN96168297 · ISNI (EN0000 0001 1578 7828 · GND (DE139529896 · ULAN (EN500069953 · BAV ADV11532904 · CERL cnp01200568
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie