Apri il menu principale

Girolamo Maria Caracciolo

militare e nobile italiano

Girolamo Maria Caracciolo (16171682) è stato un militare italiano, vissuto nel Regno di Napoli.

Appartenente ad una delle più importanti famiglie nobili napoletane, fu nominato Grande di Spagna nel 1666,[1] durante il regno di Carlo II.

Fu uomo di fiducia di Pedro Fajardo de Zúñiga y Requesens, il governatore del Regno di Navarra, che precedentemente aveva comandato le truppe spagnole durante la Sollevazione della Catalogna. Durante la Guerra dei trent'anni sconfisse le truppe francesi nella battaglia di Fuenterrabía nel 1638 e nel 1639 nell'assedio di Perpignano.

Partecipò in diverse azioni durante la Sollevazione della Catalogna dopo la morte in combattimento di suo fratello Carlo María Caracciolo, nella battaglia di Montjuïc[2].

A seguito del Trattato di Péronne i feudi appartenenti ai Grimaldi furono confiscati e dati al Caracciolo, che dal 1641 al 1673 divenne Principe di Campagna, la capitale dei territori monegaschi in Italia.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Maurizio Ulino, L'Età Barocca dei Grimaldi di Monaco nel loro Marchesato di Campagna, Giannini editore, Napoli 2008
  • Maurizio Ulino, Dai Grimaldi ai Pironti, in Campagna in età moderna. Chiesa, feudo e rivoluzione, a cura di G. D'Agostino, A. Maggio, M. Ulino, Associazione G.Bruno, Campagna (Sa), 2015

Collegamenti esterniModifica