Apri il menu principale
Generale Giulio Grassini
Giulio Grassini.jpg
NascitaRoma, 11 gennaio 1922
MorteAbano Terme, 24 gennaio 1992
Dati militari
Paese servitoItalia
Forza armataEsercito
CorpoCarabinieri
Gradogenerale di divisione
voci di militari presenti su Wikipedia

Giulio Grassini (Roma, 11 gennaio 1922Abano Terme, 24 gennaio 1992) è stato un generale italiano. Fu il primo direttore del SISDE.

BiografiaModifica

Figlio di un ufficiale dell'Arma dei Carabinieri, entrò all'Accademia militare di Modena, e assegnato all'Arma. Nel 1964 fu comandante del gruppo provinciale carabinieri di Cagliari. Dal 1966 al 1971, con il grado di colonnello comandò la Legione Carabinieri Trentino Alto Adige a Bolzano. Promosso generale di brigata nel 1976, comandò la brigata carabinieri di stanza a Padova[1]

Il 16 gennaio 1978 fu nominato dal Presidente del Consiglio Giulio Andreotti su proposta del ministro dell'interno Cossiga, primo direttore del Servizio Informazioni Sicurezza Democratica (SISDE) il servizio segreto civile, istituito insieme al Servizio per le informazioni e la sicurezza militare (SISMI) nell'ottobre dell'anno precedente. Scoppiato lo scandalo della P2, chiese nel dicembre 1980 di rientrare nell'Arma, ma il governo lo lasciò in carica fino al 13 luglio 1981, quando fu sostituito dal prefetto Emanuele De Francesco. Arrivò al grado di Generale di divisione.[2]

Iscritto alla Loggia massonica P2 con tessera 515[3], anche lui, come gli altri vertici dei servizi segreti italiani dell'epoca, fu ascoltato nell'ottobre 1981 dalla Commissione Parlamentare d'inchiesta sulla P2, presieduta dall'onorevole Tina Anselmi, per quanto riguarda il coinvolgimento dei servizi segreti italiani dell'epoca nel rapimento del Presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro e fu assolto, post mortem, in sede processuale perché il fatto non sussisteva (appartenenza alla P2).[4]

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Gnosi - rivista del Sisde
  2. ^ www.senato.it
  3. ^ La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi,a cura di Anna Vinci, Chiare Lettere
  4. ^ Commissione Parlamentare d'Inchiesta sulla P2 , vol. 3.quarter/3/ VII/, audizione di Giulio Grassini, 20 ottobre 1981
  5. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  6. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie