Apri il menu principale
Giurgiulèna
Giurgule s.jpg
Origini
Altri nomigiuggiulena, cubàita[1]
Luogo d'origineItalia Italia
RegioniSicilia
Calabria
Dettagli
Categoriadolce
Ingredienti principali
  • semi di sesamo
  • mandorle
  • miele
  • zucchero
[2]
 

La giurgiulèna (chiamata anche giuggiulena, o cubàita in Sicilia occidentale[3]) è un tipico dolce di Natale, in uso nella cucina siciliana (inserito tra i Prodotti agroalimentari tradizionali siciliani) e in gran parte della Calabria[4].

L'ingrediente principale è il sesamo, che in siciliano e in calabrese è indicato appunto con i termine giuggiulena, gigiolena, giuggiulea o ciciulena. La ricetta si basa sulla composizione di semi di sesamo versati nel miele e fissati dalla caramellizzazione degli zuccheri (in una versione arricchita si aggiungono anche mandorle e scorzette di arancia candite), a modo di torroncino.

Richiede una preparazione molto lunga, con un riposo di ventiquattr'ore. La giuggiulena viene in genere tagliata a rombi o rettangoli, a volte cosparsa con confetti colorati e presentata in porzioni individuali, a volte anche su aromatiche foglie di arancio. Come per molti altri dolci siciliani, anche la giuggiulena è un'eredità della pasticceria araba,[1]: in arabo il termine ǧulǧulān/ǧulǧalān (جلجلان) significa, infatti, "seme di coriandolo o di sesamo"[5].

NoteModifica

  1. ^ a b Giovanni Assenza, Miele, garofano e cannella. I profumi dei dolci di Sicilia, Giovanni Assenza, 2014.
  2. ^ Ricetta della cubbaita (giuggiulena), su Dolci Siciliani. URL consultato il 7 novembre 2016.
  3. ^ La cubbaita o giuggiulena, su www.siciliaonline.it. URL consultato il 17 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2013).
  4. ^ Cubbaita o giuggiulena, su Blog Sicilia. URL consultato il 7 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2016).
  5. ^ Agius, Siculo Arabic, Routledge, 1996, p. 227, ISBN 0-7103-0497-8.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica