Apri il menu principale

Giuseppe Bruschetti

ingegnere italiano

BiografiaModifica

Da giovane si interessò, negli anni 1820-1830, del miglioramento dei sistemi di gestione delle acque nel territorio lombardo proponendo la costruzione di sistemi di canalizzazione delle acque[1].

Ma il settore in cui sviluppò più interesse fu quello dei sistemi d trasporto pubblico, sulla spinta dello sviluppo del treno a vapore che iniziava a diffondersi in quegli anni.

Essendo in odore di liberalismo emigrò in Piemonte prima sulla sponda piemontese del lago Maggiore e poi a Torino, dove divenne ufficiale del Genio.

Nel 1851 fu inviato in Sardegna per dirigere i lavori marittimi. Nel 1855 fu eletto nel collegio di Sassari al Parlamento subalpino, nella V legislatura, dopo ballottaggio[2]. La sua elezione fu approvata con riserva perché il numero dei seggi a disposizione degli impiegati presenti nella Camera era limitato. Si procedette a un sorteggio e Bruschetti decadde[3].

PubblicazioniModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c DBI.
  2. ^ Verifica poteri (PDF), su Camera dei deputati, 8 marzo 1855.
  3. ^ Verificazione dei poteri (PDF), su Camera dei deputati, 12 marzo 1855.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN76305691 · ISNI (EN0000 0000 8155 8903 · LCCN (ENn88058156 · GND (DE1034568744 · BNF (FRcb10521223w (data) · CERL cnp02075109 · WorldCat Identities (ENn88-058156