Apri il menu principale

Giuseppe Rossi (1904-1948)

sindacalista e politico italiano (1904-1948)
Giuseppe Rossi
GiuseppeRossiSenatore.jpg

Deputato dell'Assemblea Costituente
Gruppo
parlamentare
Comunista
Collegio Firenze

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature I
Gruppo
parlamentare
Comunista
Incarichi parlamentari
  • membro della 10ª Commissione permanente (Lavoro, emigrazione e previdenza sociale)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Comunista Italiano
Professione operaio

Giuseppe Rossi (Firenze, 7 agosto 190413 agosto 1948) è stato un sindacalista e politico italiano. Assieme all'archeologo Ranuccio Bianchi Bandinelli assunse la decisione di far uccidere il filosofo Giovanni Gentile.[1]

BiografiaModifica

Operaio e sindacalista, è stato leader del Partito Comunista a Firenze. Fu condannato a scontare sei anni e due mesi di reclusione dal tribunale speciale per la difesa dello Stato.

Nel dopoguerra eletto all'Assemblea Costituente e successivamente fu nominato senatore sulla base della III disposizione transitoria della Costituzione.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN73023291 · ISNI (EN0000 0001 1951 0332 · LCCN (ENn90708721 · GND (DE1011751631 · BNF (FRcb146465639 (data) · WorldCat Identities (ENn90-708721