Apri il menu principale

Giuseppe Vidossi

linguista, glottologo e accademico italiano

BiografiaModifica

In origine Vidòssich (con il quale firmò alcune traduzioni dal tedesco), fu uno studioso di linguistica e di tradizioni e dialetti popolari. Laureato a Vienna in filologia romanza nel 1900, continuò gli studi a Firenze dove si diplomò all'Istituto di Studi Superiori Pratici e di Perfezionamento. Collaborò negli anni 1930 all'Atlante linguistico italiano e divenne dal 1939 condirettore dell'Archivio glottologico italiano. Insegnò dal 1941 filologia germanica all'Università di Torino, applicandosi in dialettologia (soprattutto di Friuli e Veneto), etimologia e geografia linguistica.

Fu, tra l'altro, socio dell'Accademia delle Scienze di Torino[1], redattore della rivista "Il folklore italiano" e direttore del "Giornale storico della letteratura italiana".

Con Antonio Viscardi curò alcuni volumi dei Classici Ricciardi (Scritture e scrittori dei secoli VII-X; Scritture e scrittori del secolo XI; Scritture e scrittori del secolo XII).

Opere principaliModifica

  • Studi sul dialetto triestino, Trieste, 1901; a cura di Giovan Battista Pellegrini, Torino, 1962
  • Compendio di storia della letteratura italiana ad uso delle scuole medie, 1910, 1915
  • L'atlante demologico tedesco, Roma, 1936 (in "Lares")
  • Linguistica ed etnologia, Torino, 1939 (in Le razze e i popoli della terra, a cura di Renato Biasutti)
  • Lineamenti di linguistica spaziale, 1943 (con Matteo Giulio Bartoli)
  • La religione degli antichi Germani, Torino, 1945
  • Introduzione allo studio delle tradizioni popolari tedesche, Torino, 1949
  • Saggi e scritti di folklore, prefazione di Paolo Toschi, Torino, 1960

TraduzioniModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN305118663 · ISNI (EN0000 0001 0909 9164 · SBN IT\ICCU\RAVV\047642 · LCCN (ENn80066759 · GND (DE1037214420 · BNF (FRcb10458585d (data) · WorldCat Identities (ENn80-066759