Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Glires
Siebenschlaefer-drawing.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
(clade) Amniota
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Euarchontoglires
(clade) Glires
Ordini

Glires è un clade, già individuato da Linneo nel 1740 ma per alcuni versi ancora controverso, che raggruppa gli ordini dei Lagomorpha e dei Rodentia.

La ipotesi che Lagomorpha e Rodentia formassero un gruppo monofiletico ha poggiato a lungo solo sulle evidenti somiglianze morfologiche. Dati basati sulle analisi sequenza del DNA consentono di inquadrare i Glires come sister group degli Euarchonta, all'interno del superordine Euarchontoglires [1][2], ma alcuni dati genetici derivati sia da DNA nucleare che da DNA mitocondriale sono risultati meno convincenti [3]. Analisi di dati di presenza/assenza di retrotrasposoni avvalorano senza ambiguità l'ipotesi Glires [4][5].

TassonomiaModifica

NoteModifica

  1. ^ Murphy WJ, Eizirik E, Springer MS et al., Resolution of the Early Placental Mammal Radiation Using Bayesian Phylogenetics, in Science, vol. 294, nº 5550, 2001, pp. 2348-2351, DOI:10.1126/science.1067179.
  2. ^ Madsen O., Scally M., Douady C.J., Kao D.J., DeBry R.W., Adkins R., Amrine H.M., Stanhope M.J., de Jong W.W. , Springer M.S., Parallel adaptive radiations in two major clades of placental mammals, in Nature 2001 409:610-614. [1].
  3. ^ Arnason U, et al., Mammalian mitogenomic relationships and the root of the eutherian tree., in Proceedings of the National Academy of Science 2002; 99: 8151-8156. [2].
  4. ^ [3](PDF version Archiviato il 3 agosto 2007 in Internet Archive.)
  5. ^ Kriegs JO, Churakov G, Kiefmann M, Jordan U, Brosius J, Schmitz J, Retroposed Elements as Archives for the Evolutionary History of Placental Mammals, in PLoS Biol, vol. 4, nº 4, 2006, pp. e91, DOI:10.1371/journal.pbio.0040091. (pdf version)
  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi