Apri il menu principale

Globorotalia

genere di protista della famiglia Globorotaliidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Globorotalia
Immagine di Globorotalia mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Protista
Phylum Sarcomastigophora
Subphylum Sarcodina
Classe Foraminifera
Ordine Foraminiferida
Sottordine Rotaliina
Superfamiglia Globigerinacea
Famiglia Globorotaliidae
Genere Globorotalia
Cushman, 1927

Globorotalia Cushman, 1927 è un genere di foraminifero planctonico con guscio calcareo, presente dall'Oligocene in tutti gli oceani del mondo. È una forma molto utilizzata in campo biostratigrafico per la datazione delle rocce e dei sedimenti.

Indice

DescrizioneModifica

Guscio calcareo ialino[1], traslucido. Parete finemente perforata da pori, priva di spine. Avvolgimento trocospirale[2] a spira generalmente bassa. Profilo del guscio piano-convesso o biconvesso. Ombelico stretto e profondo. Le suture tra le camere risultano ispessite; il margine periferico è arrotondato, talora lobato, dotato di una tipica singola carena più o meno angolosa, non perforata da pori. Apertura da ombelicale a extra-ombelicale (estesa al margine laterale), ad arco, delimitata da un labbro imperforato più o meno sviluppato; pori assenti nella regione prossima all'apertura.

 
Globorotalia tumida (BRADY), specie tipo del genere Globorotalia. L'esemplare, ripreso al microscopio elettronico, viene da sedimenti tardo-pliocenici della Baja California (Messico). Scala in micrometri.

DistribuzioneModifica

In senso stretto, il genere Globorotalia compare nell'Oligocene ed è presente attualmente in tutti i mari e gli oceani del globo. Sono forme molto utilizzate in campo biostratigrafico, e varie specie costituiscono indici di biozona. Il genere comprende attualmente sette specie accettate.

HabitatModifica

Globorotalia è un organismo planctonico, di habitat meso-batipelagico. Si tratta di un predatore di zooplancton.

NoteModifica

  1. ^ Tipo di guscio costituito da minuti prismi di calcite orientati perpendicolarmente rispetto alla superficie, di aspetto traslucido o vitreo.
  2. ^ Avvolgimento di tipo elicoidale, ovvero a vite, (simile a quello della conchiglia della maggior parte dei gasteropodi).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica