Gonjasufi

disc jockey e attore statunitense

Sumach Ecks, meglio conosciuto come Gonjasufi (San Diego, 1978[1]), è un cantante, musicista e disc jockey statunitense.

Gonjasufi
Gonjasufi-a.jpg
Gonjasufi a Budapest, Ungheria (2011).
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereMusica sperimentale
Alternative hip hop
Rock psichedelico
Trip hop
Dub
Periodo di attività musicale1990 – in attività
EtichettaWarp Records
Album pubblicati1
Sito ufficiale

CarrieraModifica

Nato da madre di origine messicana e padre afro-americano[1], nei primi anni novanta comincia a realizzare musica nello scenario hip hop di San Diego, specialmente con la crew chiamata Masters of the Universe.[2][3] Realizza dei tour sotto gli pseudonimi di Sumach Valentine e Randy Johnson[2]. Nel 2008 si fa notare dall'etichetta Warp, dopo aver realizzato una collaborazione col musicista californiano Flying Lotus, nell'album Los Angeles, dove ha cantato il brano Testament.[3] Il suo album di debutto con la Warp, A Sufi and a Killer, è stato pubblicato l'8 marzo 2010.[4] Ecks ha parlato, in un'intervista, del suo album: "Non volevo farla semplice per l'ascoltatore. Volevo ferirlo un po'. Volevo arrivare in un luogo della sua testa che non fosse stato ancora colpito".[1]

Pitchfork ha descritto la voce di Gonjasufi come: "trasandata, spaventosa, rauca come quella di un fumatore incallito che striscia, come fosse la progenie di George Clinton e Lead Belly".[3] Ecks, maestro di Yoga,[5] asserisce di aver imparato a padroneggiare il suo stile di canto nelle sue lezioni giornaliere di yoga durante le quali, non utilizzando nessun microfono, doveva trovare un modo per amplificare naturalmente la sua voce, direttamente dal suo stomaco.[3]

DiscografiaModifica

Studio Album

Remix

  • The Ninth Inning EP (2011, Warp Records)

Collaborazioni

con The Gaslamp Killer

  • "I'm in Awe" from Death Gate (2010)
  • The Gaslamp Killer - "Veins" and "Apparitions" from Breakthrough (2012)

con Humansuit

  • "Lawnmower Man" from Humansuit (2012)

con Perera Elsewhere

  • "Giddy" from Everlast (2013)

con Awol One & Gel Roc

  • "Flight" from The Cloaks (2014)

con Dag Savage

  • "Bad Trip" from E & J (2014)

NoteModifica

  1. ^ a b c Gonjasufi-the electro Hendrix, su theguardian.com, theguardian, 6 marzo 2010. URL consultato l'8 settembre 2014.
  2. ^ a b Gonjasufi Biography, su allmusic.com, allmusic. URL consultato l'8 settembre 2014.
  3. ^ a b c d Rising: Gonjasufi, su pitchfork.com, Pitchfork, 25 febbraio 2010. URL consultato l'8 settembre 2014.
  4. ^ Gonjasufi "A Sufi and a Killer", su warp.net, Warp Records, 8 marzo 2010. URL consultato l'8 settembre 2014.
  5. ^ Gonjasufi Extended Interview, su sandiegoreader.com, San Diego Reader, 20 gennaio 2012. URL consultato l'8 settembre 2014.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN261729339 · ISNI (EN0000 0000 8189 9310 · Europeana agent/base/120608 · LCCN (ENno2010075683 · GND (DE1049305981 · BNF (FRcb16214223q (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2010075683