Gremi
Gremi Kakheti01.jpg
Ubicazione
Stato attualeGeorgia
Coordinate42°00′49″N 45°40′13″E / 42.013611°N 45.670278°E42.013611; 45.670278Coordinate: 42°00′49″N 45°40′13″E / 42.013611°N 45.670278°E42.013611; 45.670278
Informazioni generali
TipoCastello medievale
Inizio costruzioneXIII secolo
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Gremi ((KA) გრემი) è una complesso architettonico costituito da una fortezza e una chiesa risalenti al XVI secolo nella regione storica georgiana del Kakheti e sono tutto ciò che rimane della omonima città di Gremi. Il complesso architettonico si trova a est del paese omonimo nel distretto di Kvareli, a 175 km da Tbilisi, capitale della Georgia.

StoriaModifica

La città di Gremi era la capitale del Regno di Kakheti nei secoli XVI e XVII. Fondata da Levano di Kakheti, fu la residenza reale e una vivace città commerciale della Via della Seta, finché l'esercito dello Shah Abbas I non la rase al suolo nel 1615. Da allora la città non ritrovò più l'antico splendore e alla metà del XVII secolo i re di Kakheti trasferirono la capitale a Telavi.

La città aveva presumibilmente una superficie di 40 ettari e si divideva in tre parti principali: la Chiesa degli Arcangeli, la residenza reale e il quartiere commerciale. A. Mamulashvili e P. Zakharija hanno svolto ricerche archeologiche sistematiche negli anni dal 1939 al 1949 e dal 1963 al 1967.

 
Chiesa degli Arcangeli Michele e Gabriele nella fortezza di Gremi

Nel 2007 i monumenti di Gremi sono stati proposti per l'inclusione nella lista dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

ArchitetturaModifica

 
Chiesa degli Arcangeli Michele e Gabriele nella fortezza di Gremi, affresco interno

Il complesso della Chiesa degli Arcangeli è situato su una collina ed è composto dalla stessa Chiesa dell'Arcangelo Michele e dell'Arcangelo Gabriele, dal campanile, da un palazzo di tre piani e dalla cantina (marani). Il complesso è delimitato da un muro con torri e feritoie. Si sono conservati i resti di un passaggio segreto sotterraneo che portava al fiume.

La Chiesa degli Arcangeli fu costruita per ordine del re Levan di Kakheti nel 1565 e affrescata 1577. È un tempio in pietra, dalla cupola a crociera. La tradizionale muratura georgiana fa propri, reinterpretandoli con lo stile locale, i gusti architettonici iraniani.[1] L'edificio ha tre ingressi: quello principale a ovest e gli altri due, laterali, a nord e a sud. La cupola del tempio poggia sugli angoli dell'abside dell'altare e su due colonne di sostegno. Il tamburo della cupola ha una fascia arcuata e otto finestrine. La facciata è divisa in tre sezioni ad arco.

Nel campanile della chiesa sono esposti alcuni reperti archeologici e un cannone del XVI. Le pareti sono decorate da una serie di ritratti dei re di Kakheti dipinti dal pittore georgiano contemporaneo Levan Čogoshvili (1985).[2]

NoteModifica

  1. ^ Каkha Khimshiashvili, Краткая история грузинской архитектуры Archiviato il 19 agosto 2004 in Internet Archive.
  2. ^ Museo di Gremi Archiviato il 26 luglio 2011 in Internet Archive.. Ministero georgiano della cultura, dello sport e della protezione dei monumenti

BibliografiaModifica

  • Rosen, Roger. Georgia: A Sovereign Country of the Caucasus. Odyssey Publications: Hong Kong, 1999. ISBN 962-217-748-4

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica