Griffonia simplicifolia

Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Griffonia simplicifolia
Griffonia simplicifolia Faguet 1866.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Fabales
Famiglia Fabaceae
Genere Griffonia
Specie G.simplicifolia
Nomenclatura binomiale
Griffonia simplicifolia
(DC.) Baill.
Sinonimi

Fagiolo africano[1]

Griffonia simplicifolia (DC.) Baill. è una pianta legnosa della famiglia delle fabacee, diffusa principalmente nelle aree tropicali umide dell'Africa[2]. La pianta può raggiungere i 3 metri di altezza, produce fiori di colore verdastro ed i frutti sono baccelli contenenti i caratteristici semi di forma discoidale e di colorazione che può andare dal bruno al nero[1].

Impiego terapeuticoModifica

 
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

L'estratto secco dei semi maturi di G.simplicifolia è un integratore alimentare utilizzato in erboristeria ed in fitoterapia per le sue proprietà di regolatore dell'umore, del sonno e dell'appetito[3]. Tali proprietà sono dovute al 5-HTP, aminoacido derivato dal triptofano e precursore biochimico della sintesi della serotonina da parte del nostro organismo. L'estratto di G.simplicifolia è commercializzato puro come blando antidepressivo e come dimagrante, nonché come conciliante del sonno in formulazione con altri rimedi quali l'estratto di valeriana e/o la melatonina[2].

Integratori alimentariModifica

Il 5-HTP contenuto nella pianta di Griffonia simplicifolia viene impiegato anche nella produzione di integratori alimentari, contenenti talvolta tra gli ingredienti vitamina D e vitamine del gruppo B, che ne rafforzano le proprietà sopra descritte.

NoteModifica

  1. ^ a b Griffonia simplicifolia, proprietà, controindicazioni, effetti collaterali e posologia, su benessere360.com, Benessere 360.
  2. ^ a b Griffonia simplicifolia, su erbe-officinali.com, Erbe-Officinali.
  3. ^ www.salute.gov.it (PDF), su salute.gov.it, Ministero della salute.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica