Apri il menu principale

Gustavo Raffi

avvocato italiano

BiografiaModifica

È stato iniziato in massoneria nel 1968 ed è maestro libero muratore dal 1970. Ha fondato la Loggia massonica La pigneta di Ravenna. Dal marzo 1999 è gran maestro del Grande Oriente d'Italia, carica mantenuta fino all'aprile 2014, quando gli è succeduto Stefano Bisi[1].

È stato segretario provinciale di Ravenna del Partito Repubblicano Italiano dal 1989 al 1990 e consigliere nazionale del partito tra il 1990 ed il 1992.

OpereModifica

  • Gustavo Raffi, In nome dell'uomo: dal Risorgimento alla modernità il ruolo del Grande Oriente nell'Italia unita, G. Picardo (a cura di), P. Peluffo (prefazione di); S. Fedele (postfazione di), Milano, Mursia 2011.
  • Indietro non si torna : trasparenza e filosofia civile di un magistero massonico, di Gustavo Raffi, a cura di Alberto Jannuzzelli, prefazione di Massimo Teodori, Acireale-Roma, Tipheret, 2013, ISBN 978-88-6496-136-1.
  • Costruttori di sogni possibili, allocuzione [di] Gustavo Raffi, Roma, Grande Oriente d'Italia, 2010.
  • Garibaldi massone, di Gustavo Raffi, Roma, Grande Oriente d'Italia, 2007, P. 3-8, Estr. da: Hiram, 2007, n. 1.
  • Laicità è libertà, allocuzione [di] Gustavo Raffi, Roma, Grande Oriente d'Italia, 2006.
  • La massoneria nell'era della mondializzazione, allocuzione [di] Gustavo Raffi, Roma, Grande Oriente d'Italia, 2006.
  • 1805-2005 : duecento anni per l'Italia, allocuzione [di] Gustavo Raffi, Roma, Grande Oriente d'Italia, 2005.
  • Il ruolo della Massoneria nel XXI secolo: tradizione, etica e nuovi valori, relazione [di] Gustavo Raffi, Roma, Grande Oriente d'Italia, 2001.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Le vie del dialogo in: Grande Oriente d'Italia, Palazzo Giustiniani ; A. Panaino (a cura di); S. Circassia (con la collaborazione di), Le vie del dialogo : atti della Gran Loggia 2002 : Rimini 5-7 aprile, PP. 7–14.
  • Garibaldi massone, Roma, Comitato nazionale per le celebrazioni della nascita di Giuseppe Garibaldi, 2007.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN81862140 · ISNI (EN0000 0000 7884 7472 · LCCN (ENno2009056863 · WorldCat Identities (ENno2009-056863