Apri il menu principale
H-IIA
H-IIA F12 launching IGS-R2.jpg
Informazioni
ProduttoreMitsubishi Heavy Industries
Nazione di origineGiappone Giappone
Costo per lancio90 milioni di USD
Dimensioni
Altezza53 m
Diametrom
Massa285–445 t
Stadi2
Capacità
Carico utile verso orbita terrestre bassa10–15 t
Carico utile verso
orbita di trasferimento geostazionaria
4,1–6 t
Cronologia dei lanci
StatoIn uso
Basi di lancioTanegashima
Lanci totali40
Successi39
Fallimenti1
Volo inaugurale29 agosto 2001
Carichi notevoliSELENE, Akatsuki
Razzi ausiliari (tutte le varianti) - SRB-A
Nº razzi ausiliari2–4
Spinta2 260 kN ciascuno
Impulso specifico280 s
Tempo di accensione120 s
PropellenteHTPB
Razzi ausiliari (varianti 2022 e 2024) - Castor 4A-XL
Nº razzi ausiliari2–4
Spinta745 kN ciascuno
Impulso specifico280 s
Tempo di accensione60 s
PropellenteSolido
1º stadio
Propulsori1 LE-7A
Spinta1 098 kN
Impulso specifico440 s
Tempo di accensione390 s
PropellenteLO2/LH2
2º stadio
Propulsori1 LE-5B
Spinta137 kN
Impulso specifico447 s
Tempo di accensione534 s
PropellenteLO2/LH2

L'H-IIA è un lanciatore spaziale non riutilizzabile gestito da Mitsubishi Heavy Industries per la JAXA, ovvero l'agenzia spaziale giapponese.

È un vettore medio a due stadi, derivato dal precedente H-II e lanciato per la prima volta nel 2001. Gestito inizialmente dalla JAXA, la sua gestione è stata privatizzata nel 2007 e da allora è affidato alla Mitsubishi Heavy Industries.

È utilizzato per una vasta gamma di applicazioni, da satelliti in orbita terrestre bassa e orbita geostazionaria fino a missioni verso la Luna (SELENE) e altri pianeti (Akatsuki).

A febbraio 2019 il vettore ha effettuato 40 lanci, di cui uno solo concluso con un fallimento. Tutti i lanci sono avvenuti dal centro spaziale di Tanegashima.

VariantiModifica

 
Le diverse varianti del lanciatore.

La possibilità di comporre i razzi ausiliari in diverse combinazioni per aumentare o diminuire la capacità del lanciatore secondo le esigenze fa sì che esistano molteplici varianti possibili del vettore.

In particolare possono essere installati 2 o 4 razzi ausiliari a propellente solido SRB-A prodotti da IHI Corporation e 2 o 4 razzi distaccabili a propellente solido Castor 4A-XL prodotti dalla statunitense Thiokol. Era stato inoltre avviato un progetto per integrare anche 2 razzi ausiliari a propellente liquido, tuttavia tale programma è stato poi cancellato.

La denominazione delle diverse varianti segue un sistema preciso in cui il prefisso "H2A", che identifica il lanciatore, è seguito da alcune cifre:

  • la prima cifra indica il numero di stadi (in questo caso sempre 2);
  • la seconda cifra indica il numero di razzi ausiliari a propellente liquido (sempre 0 in quanto questo progetto è stato cancellato);
  • la terza cifra indica il numero di razzi ausiliari a propellente solido SRB-A;
  • l'eventuale quarta cifra indica il numero di razzi ausiliari a propellente solido Castor 4A-XL.
Denominazione Massa (t) Carico in GTO (t) Configurazione dei razzi ausiliari
H2A 202 285 4,1 2 SRB-A
H2A 2022 (ritirato) 316 4,5 2 SRB-A + 2 Castor 4A-XL
H2A 2024 (ritirato) 347 5 2 SRB-A + 4 Castor 4A-XL
H2A 204 445 6 4 SRB-A
H2A 212 (annullato) 403 7,5 2 SRB-A + 1 LRB
H2A 222 (annullato) 520 9,5 2 SRB-A + 2 LRBs

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica