Apri il menu principale
Hapgood
Commedia in due atti
AutoreTom Stoppard
Titolo originaleHapgood
Lingua originaleInglese
Prima assoluta8 marzo 1988
Aldwych Theatre (Londra)
 

Hapgood è un'opera teatrale del drammaturgo britannico Tom Stoppard, portata al debutto a Londra nel 1988. La pièce racconta di Hapgood, un'importante spia britannica che deve destreggiarsi tra il suo prestigioso e riservatissivo lavoro e le difficoltà della maternità. La commedia è ricca di riferimenti alla meccanica quantistica, tra cui le teorie di Niels Bohr, il principio di indeterminazione di Heisenberg ed il problema dei ponti di Königsberg.

Storia dello spettacoloModifica

Peter Wood diresse la prima produzione della commedia, debuttata all'Aldwych Theatre del West End londinese nel 1988, con Felicity Kendal (Hapgood), Nigel Hawthorne (Blair) e Roger Rees (Kerner). La pièce recensita molto duramente dai critici, il che spinse Stoppard a revisionare radicalmente il testo in vista della prima newyorchese del 1994.[1][2]

La pièce fece il suo debutto statunitense nell'Off Broadway, al Lincoln Center, l'11 novembre 1994 e rimase in cartellone fino al 26 marzo 1995. Jack O'Brien curava la regia - che gli valse il Lucille Lorter Award - ed il cast comprendeva Stockard Channing nel ruolo dell'eponima protagonista, David Strathairn (Kerner) e Josef Sommer (Blair).[3]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Daniel Keith Jernigan, Tom Stoppard: Bucking the Postmodern, McFarland, 8 novembre 2012, ISBN 9780786493098. URL consultato il 18 giugno 2019.
  2. ^ (EN) John Fleming, Stoppard's Theatre: Finding Order amid Chaos, University of Texas Press, 20 novembre 2009, ISBN 9780292781979. URL consultato il 18 giugno 2019.
  3. ^ (EN) Vincent Canby, SUNDAY VIEW; A Witty Thriller By Tom Stoppard Doubles the Fun, in The New York Times, 11 dicembre 1994. URL consultato il 18 giugno 2019.
  Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro