Apri il menu principale

Harvey (opera teatrale)

Harvey
commedia
AutoreMary Chase
Titolo originaleHarvey
Lingua originaleInglese
Composto nel1944
Prima assoluta1º novembre 1944
48th Street Theatre, New York
Prima rappresentazione italiana1º dicembre 1950
Teatro Eliseo, Roma
PremiPremio Pulitzer per la drammaturgia
 

Harvey è una commedia della drammaturga statunitense Mary Chase, vincitrice del Premio Pulitzer per la drammaturgia nel 1945. La piece fu un grande successo e rimase in scena a Broadway per 1775 repliche.[1] Nel 1950 Henry Koster diresse l'omonimo film premio Oscar, con James Stewart nel ruolo del protagonista.

TramaModifica

Elwood P. Dowd è un adorabile signore che afferma di vedere un pooka sotto forma di un coniglio alto quasi un metro e novanta. Il coniglio si chiama Harvey ed è il migliore amico di Elwood, che lo presenta con orgoglio a chiunque incontri, suscitando non poco imbarazzo nella sorella Veta. Temendo che la presunta pazzia del fratello possa ostacolare la figlia nel contrattare un matrimonio vantaggioso, Veta fa internare il fratello in un ospedale psichiatrico. Qui comincia una vera e propria commedia degli equivoci, dal momento che il dottor Sanderson fa ricoverare Veta, scambiandola per la persona malata di mente. Alla fine Veta si rende conto di amare il fratello così com'è, lo fa dimettere e comincia a credere lei stessa in Harvey.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro