Hasan al-Senussi

politico libico
Hasan I
CP Hassan Reda.jpg
Re titolare di Libia
Stemma
In carica 1º settembre 1969
Predecessore Idris I di Libia
Successore Mu'ammar Gheddafi (Capo della Rivoluzione)
Pretendente al trono di Libia
In carica 1º settembre 1969 - 28 aprile 1992
Predecessore sé stesso come Re
Successore Muhammad al-Senussi
Nome completo Hasan al-Rida al-Mahdi al-Senussi
Altri titoli Emiro di Cirenaica e Tripolitania; Sayyid
Nascita Bengasi, 1928
Morte Londra, 28 aprile, 1992 (64 anni)
Luogo di sepoltura Cimitero di al-Baqīʿ
Casa reale Senussi
Padre Principe Muhammad al-Rida
Madre Imbaraika al-Fallatiyya
Consorte Sheikha Karīma al-Shaykh al-Ṭāhir
Figli Sayyid El Senussi
Muhammad al-Sanussi
Khalid El Senussi
Ashraf El Senussi
Jalal El Senussi
Fatima El Senussi
Faiza el Senussi
Amal El Senussi
Religione Sunnismo

Sayyid Hasan al-Rida al-Mahdi al-Senussi (Bengasi, 1928Londra, 28 aprile 1992) fu principe ereditario di Libia; Hasan fu anche formalmente re di Libia per un giorno, dopo l'abdicazione dello zio Idris, ma non esercitò mai alcun potere, poiché esautorato da Mu'ammar Gheddafi.

BiografiaModifica

Nipote del re Idris di Libia, che non aveva discendenti maschi, fu per molti anni Principe della Corona.[1] Il 4 agosto 1969, re Idrīs, da tempo ammalato, si impegnò ad abdicare a favore del nipote per il successivo 5 settembre. Il 1º settembre ebbe però luogo il colpo di stato del colonnello (allora tenente) Mu'ammar Gheddafi, che dichiarò decaduto re Idris. Avrebbe dovuto succedergli Hasan, che venne però subito arrestato e costretto ad abdicare e riconoscere il regime (e fu per questo disconosciuto da Idris, che da allora sostenne le rivendicazioni di un altro nipote, ʿAbd Allāh al-Sanūssī), non avendo regnato che per poche ore.

Gheddafi lo fece chiudere in prigione, e successivamente agli arresti domiciliari, e nel 1984, distrutta la sua abitazione, fu trasferito con la sua famiglia in una baracca sulla spiaggia di Tripoli. Nel 1986 ebbe un ictus che lo lasciò paralizzato. Un intervento umanitario del Regno Unito consentì che nel 1988 egli fosse liberato e trasferito a Londra nell'inutile tentativo di curarlo. Morì nel 1992, lasciando suo potenziale successore il figlio Muhammad al-Sanussi, che nel 2011 ha sostenuto la lotta contro Gheddafi. Fu sepolto a Medina, in Arabia Saudita, a fianco dello zio re Idrīs.

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Sayyid Muhammad bin Ali al-Sanussi al-Khattabi al-Mujahiri al-Idrisi al-Hasani,
I Grande Sanussi
Sayyid Ali al-Senussi  
 
 
Sayyid Muhammad al-Mahdi bin Sayyid Muhammad al-Sanussi,
II Grande Sanussi
 
Fatima bint Ahmad bin Farajallah al-Fituri Ahmad bin Farajallah al-Fituri  
 
 
Sayyid Muhammad al-Rida Pasha, Principe della Corona di Libia  
Muqarrib al-Barasa N. al-Barasa  
 
 
Aisha bint Muqarrib al-Barasa  
 
 
 
Hasan al-Senussi  
 
 
 
 
 
 
 
Imbaraika al-Fallatiyya  
 
 
 
 
 
 
 
 

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie