Apri il menu principale

Huandoy

montagna in Perù
Huandoy
Beauty of mount Huandoy, Cordillera Blanca, Ancash, Peru.jpg
StatoPerù Perù
RegioneAncash Ancash
Altezza6 395 m s.l.m.
Prominenza1 645 m
CatenaCordillera Blanca, nelle Ande
Coordinate9°01′38.17″S 77°39′46.01″W / 9.02727°S 77.66278°W-9.02727; -77.66278Coordinate: 9°01′38.17″S 77°39′46.01″W / 9.02727°S 77.66278°W-9.02727; -77.66278
Data prima ascensione12 settembre 1932
Autore/i prima ascensioneE. Schneider, E. Hein.
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Perù
Huandoy
Huandoy

Lo Huandoy è, per altezza, il secondo massiccio della Cordillera Blanca dopo lo Huascarán. È situato in Perù, nel dipartimento di Ancash. È una montagna che culmina in quattro picchi distinti, tutti oltre i 6.000 m:

  • Huandoy Nord (6.395 m)
  • Huandoy Ovest (6.356 m)
  • Huandoy Sud (6.160 m)
  • Huandoy Est (6.070 m)[1]

I picchi emergono da un vasto plateau ghiacciato a quota 5.800 m, il cui accesso presenta sostenute difficoltà alpinistiche.

Il nome originario della montagna era Tullparaju, e deriverebbe dalle parole quechua tullpa (forno in pietra) e raju (ghiaccio). Il significato era quindi montagna di ghiaccio a forma di forno.[2]

AlpinismoModifica

La prima salita al picco più alto, il Huandoy Nord, è stata effettuata il 12 settembre 1932 dai tedeschi Erwin Schneider ed Erwin Hein[3]: saliti al plateau glaciale dalla faccia orientale della montagna ne hanno poi preso lo scivolo meridionale della cima più alta per raggiungere la vetta.[4] Il Huandoy Ovest è stato raggiunto il 28 luglio 1954 da Leigh Natus Ortenburger[5]; il Huandoy Sud ha visto la prima ascensione il 15 luglio 1955 per merito di A. Koch e H. Schmidt.[6] Ad arrivare per primi sul picco orientale sono state, il giorno 1º agosto 1952 due distinte cordate attraverso due vie diverse, una sulla parete nord da parte di Will Siri e Allen Steck e l'altra sulla cresta nord con Peter Hoessly e Fletcher Hoyt.[7]

NoteModifica

  1. ^ Mentre per l'altezza delle prime tre cime le fonti corrispondono, sullo Huandoy Est si trovano numerose quotazioni divergenti. Mentre il American Alpine Journal lo quota a 5.900 m, l' lo stima a 19.898 piedi (6.065 m). La Société Hydrothecnique de France Archiviato il 13 novembre 2008 in Internet Archive., che ne studia la glaciologia, lo quota a 6.070 m.
  2. ^ Topónimos del Quechua Yungay Archiviato il 13 febbraio 2009 in Internet Archive. URL consultato il 25-11-2009
  3. ^ American Alpine Journal - 1933 (pdf)[collegamento interrotto] URL consultato il 25-11-2009
  4. ^ Tomé, pag. 114.
  5. ^ Tomé, pag. 119, indica la sua ascensione al 28 luglio 1987, ma è chiaramente un errore di stampa, visto che il bollettino dell'American Alpine Journal che la riporta, secondo la stessa fonte, è del 1955. Ricker, pag. 80, indica invece come anno il 1954, con Ortenburger in ascensione solitaria a precedere di un giorno Irvin e di tre Matthews sulla vetta.
  6. ^ Ricker, pag. 80.
  7. ^ American Alpine Journal – 1953 (pdf)[collegamento interrotto]

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna