Huawei AppGallery

Huawei AppGallery
software
Logo
Generedistribuzione digitale
SviluppatoreHuawei
Data prima versione2011 (Cina), 2018 (resto del mondo)
Ultima versione11.0.1.301 (1º novembre 2020)
Sistema operativoHarmonyOS (non in lista)
EMUI (non in lista)
Licenza(licenza non libera)
Sito webhuaweimobileservices.com/appgallery/

Huawei AppGallery (o direttamente AppGallery) è un gestore di pacchetti e una piattaforma di distribuzione di applicazioni sviluppata da Huawei per il sistema operativo Android. AppGallery viene utilizzata da 420 milioni di utenti attivi su 700 milioni di dispositivi Huawei e viene preinstallata con tutti i nuovi dispositivi mobili Huawei[1][2]. Quando i nuovi dispositivi Huawei hanno perso l'accesso a servizi mobili Google nel maggio 2019[3], la società non ha potuto utilizzare i servizi Google su alcuni dei suoi nuovi telefoni, in particolare Mate 30, e ha iniziato a rilasciare i suoi telefoni che utilizzando solo AppGallery e Servizi mobili Huawei (HMS) senza i servizi Google Play installati su di essi.

A partire dal primo semestre 2020, AppGallery ha raggiunto 261 miliardi di download di app[4]. A partire dal 2020, AppGallery aveva 490 milioni di utenti in oltre 170 paesi e regioni[5].

badge AppGallery con il testo "Explore it on AppGallery"

Voci correlateModifica

NoteModifica

  1. ^ (TR) Selim ÖZTÜRK, Huawei AppGallery 700 milyon kullanıcıya ulaştı, su www.hurriyet.com.tr. URL consultato il 29 dicembre 2020.
  2. ^ (EN) Pocket-lint, What apps can you actually get on Huawei's App Gallery?, su Pocket-lint, 24 luglio 2020. URL consultato il 29 dicembre 2020.
  3. ^ (TR) Google, Huawei ile olan ilişkilerini askıya aldı! - ShiftDelete.Net, su Teknoloji Haberleri - ShiftDelete.Net, 19 maggio 2019. URL consultato il 29 dicembre 2020.
  4. ^ (EN) The Best Announcements From HUAWEI DEVELOPER CONFERENCE 2020, su xda-developers, 13 settembre 2020. URL consultato il 29 dicembre 2020.
  5. ^ (EN) Pocket-lint, How Huawei AppGallery is welcoming more big name global and local apps, su Pocket-lint, 10 settembre 2020. URL consultato il 29 dicembre 2020.

Collegamenti esterniModifica