I'll Be on My Way

I'll Be On My Way
ArtistaThe Beatles
Bill J. Kramer with the Dakotas
Autore/iLennon-McCartney
GenerePop
StileA-A-B-A-B-A-C
Edito daEMI
Pubblicazione originale
IncisioneLive at the BBC
Data30 novembre 1994(pubblicazione incisione dei Beatles)
Data seconda pubblicazione26 aprile 1964(pubblicazione incisione dei Billy J Kramer and the Dakotas)
EtichettaApple Records
Durata1:58

I'll Be On My Way è un brano del duo compositivo Lennon-McCartney. È stato pubblicato sia dai Beatles che dai Billy J. Kramer and the Dakotas.

Il branoModifica

Il brano è stato giudicato nel 1980 come un brano giovanile di McCartney da John Lennon. Quest'ultimo però canta da solista, per cui potrebbe aver dato un forte contributo.[senza fonte] È melodicamente simile a Words of Love di Buddy Holly, mentre il testo, che parla di qualcuno che sa di essere alla fine di una relazione sentimentale, ma che ugualmente resta sereno, è simile ad I'll Follow the Sun.

I Beatles, che saltuariamente interpretavano la canzone, la registrarono il 4 aprile 1964 negli studi della BBC; il nastro, prodotto da Bryant Marriott, venne trasmesso per la prima volta il 24 giugno dello stesso anno. La registrazione è stata inclusa nell'album Live at the BBC; essendo l'unico inedito Lennon-McCartney dell'album era molto atteso dai fans.

Il brano venne ceduto alla band Billy J. Kramer and the Dakotas[1], destino che anche I Call Your Name e Bad to Me hanno ricevuto. Questa versione, registrata agli Abbey Road Studios con alla produzione George Martin[2], venne pubblicata come singolo, con Do You Want to Know a Secret, un altro brano dei Beatles, sul lato B, e raggiunse la seconda posizioni nelle classifiche, stando dietro al singolo From Me to You[1]/Thank You Girl[3].

FormazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c Luca Biagini, I'll Be On My Way, Pepperland. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  2. ^ (EN) Luca Biagini, I'll Be On My Way, Pepperland. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  3. ^ Luca Biagini, From Me To You, Pepperland. URL consultato l'11 gennaio 2014.

Collegamenti esterniModifica