Apri il menu principale

I due Figaro

melodramma buffo di Saverio Mercadante
I due Figaro
Lingua originaleitaliano
Generemelodramma buffo
MusicaSaverio Mercadante
LibrettoFelice Romani
Attidue
Prima rappr.26 gennaio 1835
TeatroTeatro del Príncipe di Madrid
Personaggi
  • Il Conte d'Almaviva (tenore)
  • La Contessa Rosina (mezzosoprano)
  • Inez, sua figlia (soprano)
  • Cherubino, sotto il nome di Figaro (contralto)
  • Figaro, servo del Conte (basso)
  • Susanna, moglie di Figaro e cameriera della Contessa (soprano)
  • Torribio, sotto il nome di Don Alvaro (tenore)
  • Plagio, giovane scrittore di commedie (basso)
  • Un Notaro
  • Vassalli del Conte d'ambi i sessi. Servitori.

I due Figaro, o sia Il soggetto di una commedia è un'opera in due atti di Saverio Mercadante, su libretto di Felice Romani. La prima rappresentazione ebbe luogo al Teatro del Príncipe di Madrid il 26 gennaio 1835.[1] L'opera era stata composta nel 1826 ma per motivi di censura la rappresentazione venne rinviata per alcuni anni.[2]

Il manoscritto dell'opera venne rinvenuto a Madrid nel 2009 da uno studioso italiano.[2] Due anni più tardi, il 24 giugno 2011, per il Festival di Ravenna, andò in scena la prima rappresentazione in tempi moderni, diretta da Riccardo Muti.[3][4] Paolo Gallarati scrisse su La Stampa che la musica di Mercadante è «leggera e brillante, scritta con eleganza, sovente raffinata nei giochetti del contrappunto, nell'intreccio delle voci interne, nella qualità della strumentazione e dell'invenzione ritmica» e notò il colorito spagnoleggiante delle numerose danze, ma giudicò il libretto piuttosto debole.[5]

TramaModifica

La scena è nel castello del Conte d'Almaviva a un miglio distante da Siviglia.

Atto IModifica

Torribio ha architettato un piano, aiutato da Figaro al quale cederà parte della dote, per riuscire a sposare Inez, figlia del Conte: aiutato da finte lettere che lo presentano come don Alvaro ottiene dal Conte la mano della ragazza.

Inez però è innamorata di Cherubino, e con l'aiuto della madre e di Susanna, moglie di Figaro, cerca di evitare il matrimonio indesiderato. Cherubino, facendosi chiamare anch'egli Figaro, si presenta al Conte in incognito e ne diviene servitore, guadagnandone la fiducia.

L'altro Figaro, sospettoso, cerca di mettere Cherubino in cattiva luce agli occhi del Conte, sostenendo che Cherubino è l'amante di Inez. Quando il Conte e Figaro si appostano per sorprendere insieme i due giovani, scoprono Cherubino in compagnia di Susanna. Cherubino, assecondato dalla donna, sostiene di essere innamorato di Susanna, e Figaro, furioso, è costretto dalle insistenze di tutti i personaggi accorsi a fingere indulgenza.

Le vicende sono punteggiate dagli interventi di Plagio, scrittore in cerca di un soggetto per una nuova commedia,

Atto IIModifica

Cherubino e Inez si incontrano nella stanza di Susanna per organizzarsi in modo da evitare le nozze con don Alvaro previste per la sera stessa. Giunge improvviso Figaro, convinto che Susanna stia tramando qualcosa contro di lui aiutata da Cherubino.

Quando arrivano anche il Conte e la Contessa, Cherubino e Inez vengono scoperti da Figaro nascosti in un armadio. Il Conte decide di cacciare Cherubino e Susanna, ma Susanna riesce a farsi perdonare.

Ma quando giunge Torribio per le nozze, Cherubino, rientrato al castello, riconosce in lui un suo precedente servitore. Cherubino decide così di rivelare la propria identità e svela al Conte l'inganno in cui Figaro e Torribio lo stavano facendo cadere. Il Conte non può fare altro che acconsentire alle nozze tra Inez e lo stesso Cherubino, e dietro le insistenze di Susanna perdona anche Figaro.

Struttura dell'operaModifica

Atto IModifica

  • Sinfonia caratteristica Spagnola
  • Introduzione Compagni al suon de' pifferi (Don Alvaro, Figaro, Plagio, Coro)
  • Recitativo Il Conte mio signore
  • Recitativo accompagnato Ho risoluto alfin (Conte, Figaro)
  • Cavatina Che mai giova (Conte, Figaro)
  • Recitativo Eccellenza, fra poco
  • Cavatina (Bolero) Colle dame più brillanti (Susanna)
  • Recitativo Ma se pur non m'inganno
  • Coro e Terzetto Ben venute, ben venute (Inez, Susanna, Contessa, Coro)
  • Recitativo Umilmente m'inchino
  • Cavatina Un gentile Colonnello (Inez, Susanna, Cherubino, Conte, Figaro)
  • Recitativo Io respiro
  • Quartetto No, Signora (Inez, Cherubino, Conte, Figaro)
  • Recitativo Figaro!... Ti risveglia
  • Aria Prender che val marito (Contessa)
  • Finale Primo Né Susanna, né il mio bene (Inez, Susanna, Contessa, Cherubino, Conte, Figaro)

Atto IIModifica

  • Introduzione e Aria L'avventura è singolare (Plagio, Coro)
  • Recitativo Ognun mi guarda e ride
  • Terzetto In quegl'occhi (Susanna, Figaro, Plagio)
  • Recitativo Or comincio a capir...
  • Sestetto Un momento! (Inez, Susanna, Contessa, Cherubino, Conte, Figaro)
  • Recitativo Figaro! Mio Signore!
  • Recitativo e Aria Oh! Come in un momento (Inez)
  • Recitativo Vedran che non mi lascio
  • Duetto Tu lo volesti, ingrata (Susanna, Conte)
  • Scena e Aria Già per le vie del cielo (Cherubino, Coro)
  • Recitativo Don Alvaro, scusate
  • Aria e Finale secondo Che facesti, o scellerato! (Tutti, Coro)

DiscografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ almanacco di amadeusonline (consultato il 23 luglio 2012)
  2. ^ a b Rosaria Amato, Studioso italiano scopre a Madrid un'opera perduta di Mercadante, la Repubblica, 24 settembre 2009 (consultato il 23 luglio 2012)
  3. ^ Riccardo Muti porta in scena "I due Figaro" di Mercadante Archiviato il 4 gennaio 2014 in Internet Archive. (consultato il 23 luglio 2012)
  4. ^ Ravenna Festival/"I due Figaro" di Mercadante, rinati con Riccardo Muti (consultato il 23 luglio 2012)
  5. ^ Paolo Gallarati, "I due Figaro" di Mercadante rinascono con Muti[collegamento interrotto], La Stampa, 30 giugno 2011, pagina 47 (consultato il 23 luglio 2012)

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica