I sette angeli di Ketty

film del 1916 diretto da Chester M. Franklin
I sette angeli di Ketty
Titolo originaleLet Katie Do It
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1916
Durata50 min (1.500 metri, 5 rulli)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.33 : 1
film muto
Generedrammatico
RegiaC.M. Franklin e S.A. Franklin

Millard K. Webb (Millard Webb) (aiuto regista)

SoggettoGranville Warwick (D.W. Griffith)
SceneggiaturaBernard McConville
ProduttoreD. W. Griffith (supervisore)
Casa di produzioneFine Arts Film Company
Distribuzione in italianoTriangle
FotografiaFrank B. Good
MusicheWilliam Furst
Interpreti e personaggi

I sette angeli di Ketty (Let Katie Do It) è un film muto del 1916 diretto da C.M. Franklin (Chester M. Franklin) e S.A. Franklin (Sidney Franklin) sotto la supervisione di D. W. Griffith[1].

Accanto alla protagonista Jane Grey recita un gruppo di sette bambini ("The Triangle Kids") che in quegli anni furono impiegati con successo in diversi film.

TramaModifica

Katie deve badare ai suoi genitori e ai sette figli della sorella e del cognato, quindi Oliver, il suo fidanzato non vede alcuna speranza immediata di matrimonio e va in Messico a lavorare nella miniera d'oro dello zio di Katie. Quando i genitori di Katie muoiono e la sorella e il cognato rimangono uccisi in un incidente ferroviario, la giovane resta sola con i bambini. Li porta in Messico, dallo zio Dan dove rivede il suo vecchio fidanzato. I due si innamorano di nuovo, ma i banditi attaccano la fazenda di Dan. Soli senza nessun adulto con loro, i sette bambini devono difendersi dall'attacco fino al sopraggiungere dei soccorsi. Oliver trova poi una fortuna nella sua miniera e, diventato ricco, sposa Katie.[1]

ProduzioneModifica

Il film fu prodotto dalla Fine Arts Film Company con il titolo di lavorazione Mother of Seven.

DistribuzioneModifica

Il copyright del film, richiesto dalla Triangle Film Corp., fu registrato il 3 gennaio 1916 con il numero LP8009[1][2]. Distribuito dalla Triangle Distributing, il film uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 9 gennaio 1916.

ConservazioneModifica

Copie complete della pellicola si trovano conservate negli archivi della Library of Congress di Washington e dell'UCLA Film And Television Archive di Los Angeles[2].

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press, 1988 ISBN 0-520-06301-5

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema