Apri il menu principale

Ian Gillan

cantante inglese
Ian Gillan
Deep Purple - MN Gredos - 02.jpg
Ian Gillan durante un concerto con i Deep Purple
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereHard rock
Rock progressivo
Heavy metal
Periodo di attività musicale1959 – in attività
StrumentoVoce, armonica a bocca
Gruppo attualeDeep Purple
Gruppi precedentiGillan
Black Sabbath
Album pubblicati71 + 11 DVD
Studio26
Live11
Raccolte34
Sito ufficiale

Ian Gillan (Hounslow, 19 agosto 1945) è un cantautore inglese, noto per essere il cantante storico e autore dei testi della band hard rock britannica Deep Purple.

Nella sua carriera Gillan ha anche guidato un proprio gruppo (la Ian Gillan Band), è stato per un anno il cantante dei Black Sabbath, e ha cantato nel ruolo di Gesù nella registrazione originale dell'opera rock di Andrew Lloyd Webber Jesus Christ Superstar.

Indice

BiografiaModifica

 
Ian Gillan nel 1970

Agli esordi negli anni sessanta militò con l'amico Roger Glover negli Episode Six, per poi confluire nei Deep Purple.

Nel 1970 fu scelto per interpretare il ruolo di Gesù nella versione su disco del celebre musical Jesus Christ Superstar. Gillan non partecipò alla prima di Broadway il 12 ottobre 1971, e rifiutò il ruolo di Gesù nella versione cinematografica dell'opera: fu sostituito rispettivamente da Jeff Fenholt e da Ted Neeley.

Gillan ha fatto parte della formazione classica e più amata della band britannica, la Mark II, dal 1970 al 1973, per poi tornare per la "reunion" dal 1984 al 1989 ed infine stabilmente dal 1993 in poi.

Negli anni settanta, dopo essere uscito dai Deep Purple, il cantante mise insieme la Ian Gillan Band; dopo la quale formò un gruppo chiamato semplicemente Gillan, e successivamente (1983) prese il posto di Ronnie James Dio nei Black Sabbath per l'album Born Again.

Gillan ha origini scozzesi (il padre era originario del quartiere di Govan a Glasgow) ed ha frequentato la stessa scuola in cui ha studiato Pete Townshend degli Who.

Per sua stessa ammissione, è molto affezionato a Child in Time (canzone di In Rock, che ha reso famose le sue "urla"), tanto da farne una versione jazz nel suo primo album solista e far promettere a Glenn Hughes (bassista dei Deep Purple arrivato in sostituzione di Roger Glover), che era la voce più acuta del duo formato con David Coverdale, di non riprodurre mai la canzone dal vivo. La promessa non è mai stata infranta.

Appassionato di calcio, Gillan è tifoso del Queen's Park Rangers.

L'album One Eye To Morocco è uscito il 6 marzo 2008 su etichetta earMUSIC/edel. Il disco è stato composto insieme al collaboratore di vecchia data Steve Morris e mostra oltre al lato più rock per cui Gillan è famoso influenze soul e R&B.

Ultimamente è stato impegnato in un progetto musicale di beneficenza denominato Who Cares, nel quale compaiono tra gli altri anche Toni Iommi, Nicko McBrain e Jon Lord. Con il gruppo sono stati pubblicati due singoli, "Out of my mind" e "Holy Water", finalizzati ad aiutare una scuola di musica in Armenia, che Gillan aveva, insieme a Iommi, contribuito a costruire anni prima.

Da qualche anno si esibisce con orchestre filarmoniche locali, rispolverando vecchi e nuovi classici dei Deep riarrangiati ma anche i brani del suo ultimo album.

 
Ian Gillan

DiscografiaModifica

Deep PurpleModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei Deep Purple.

Album studioModifica

Black SabbathModifica

Ian Gillan BandModifica

GillanModifica

Ian GillanModifica

Con Roger GloverModifica

Garth Rockett & the MoonshinersModifica

  • 1990 - Garth Rockett & The Moonshiners Live at the Ritz

The JavelinsModifica

  • 1994 - Sole Agency and Representation

AltriModifica

OnorificenzeModifica

BibliografiaModifica

  • Gillan, Ian (1998), Ian Gillan: The Autobiography of Deep Purple's Lead Singer. Blake Pub, ISBN 1-85782-320-6.
  • Gillan, Ian (2006), Smoke This!: The Warblings, Rants, Philosophies, and Musings from the Singer of Deep Purple. Immergent, ISBN 0-9788254-0-3.
  • Rizzi, Cesare. Progressive & Underground '67 - '76. Firenze: Giunti Editore (2003), ISBN 88-09-03230-6.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN39575339 · ISNI (EN0000 0000 6309 8480 · LCCN (ENno92014072 · GND (DE119280116 · BNF (FRcb140195892 (data) · NLA (EN35318030