Apri il menu principale

Il Tuono, mente perfetta è un poema gnostico in lingua copta (ma originariamente composto in lingua greca) scoperto all'interno della collezione dei Codici di Nag Hammadi (VI.2).

Tuono Mente Perfetta, o anche Tuono - Intelletto perfetto, prende la forma di monologo esteso e Mente perfetta di tuono (il titolo è più esattamente, Il tuono - Intelletto perfetto), prende la forma di un esteso, enigmatico monologo, in cui un salvatore immanente espone una serie di affermazioni paradossali sulla natura femminile del divino. Queste dichiarazioni paradossali ricordano gli enigmi greci sull'identità, una forma poetica comune nell'area mediterranea, in particolare in àmbito egiziano ed ebraico, in cui divinità femminili simili (Iside e Sophia rispettivamente) elencano le proprie virtù ad un uditorio attento e lo esortano a impegnarsi per raggiungerle.

Per quanto riguarda la datazione del testo, Anne McGuire scrive: «Tuono, Mente perfetta esiste solo nella versione copta trovata a Nag Hammâdi (NHC VI,2:13,1-21,32). L'autore, la data e il luogo di composizione sono sconosciuti, ma un sostrato culturale come quello dell'Alessandria del II o III secolo è plausibile. Ad ogni modo, è chiaro che il testo fu originariamente composti in greco ben prima del 350, la data approssimativa del manoscritto copto».[1]

Gli indovinelli del poema potrebbero presupporre un mito gnostico classico, come quello che si trova nell'Ipostasi degli arconti o nell'Apocrifo di Giovanni.

NoteModifica

  1. ^ "The Thunder: Perfect Mind", note e bibliografia di Anne McGuire. Diotima. 2000.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn93099763 · WorldCat Identities (ENn93-099763