Apri il menu principale

Imbarcazioni veneziane

La tradizione marinara veneziana è molto antica ed ha prodotto una tipologia di imbarcazioni vastissima.

I veneziani per spostarsi in laguna hanno sempre fatto i conti con canali stretti e fondali bassissimi per ampie estensioni. Per questo motivo le imbarcazioni che garantiscono una maggiore mobilità in laguna sono quelle che pescano meno e che sono sprovviste di chiglia: caratteristica peculiare delle barche veneziane è infatti il fondo piatto. Inoltre forma e dimensioni devono rispondere a diverse esigenze di carico e alla particolare tecnica di voga ad un remo sviluppatasi con successo nell'area veneta.

La dominazione veneta, estesasi anche nell'entroterra sino all'Adda, ha influenzato anche le tradizioni nautiche legate alla navigazione lacustre, diffondendo alcune tipologie di barche che per caratteristiche e metodo di remata si avvicinano molto alla tradizione veneziana.

Un capitolo a parte nella storia dei trasporti lagunari, ormai entrato nella tradizione, è relativo al servizio pubblico di linea e alla propulsione a motore.

Nello spazio sottostante sono riunite secondo le categorie di utilizzo diverse tipologie di imbarcazioni. La stessa voce può ricorrere in più categorie:

Indice

Imbarcazioni per il trasporto di personeModifica

Imbarcazioni per trasporto merciModifica

 
Imbarcazione commerciale veneta (caorlina) in una foto di Paolo Monti del 1965. Fondo Paolo Monti, BEIC

Tradizionali in usoModifica

Tradizionali non più in usoModifica

ModerneModifica

Imbarcazioni per la pesca lagunare o marinaModifica

Imbarcazioni da caccia in lagunaModifica

Tradizionali in usoModifica

Tradizionali non più in usoModifica

Imbarcazioni da regataModifica

Da parataModifica

Archeologia navaleModifica

Servizi di trasporto pubblicoModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica