Ina Tadatsugu

Ina Tadatsugu[2] (伊奈 忠次?; 15501º agosto 1610) è stato un samurai e daimyō giapponese appartenente al clan Ina durante il periodo Sengoku e primo periodo Edo[1].

StoriaModifica

Tadatsugu, un ufficiale civile di notevole capacità, prima servì Takeda Katsuyori, ed in seguito Tokugawa Ieyasu. Dopo l'assedio di Odawara nel 1590 Tokugawa Ieyasu stabilì Ina Tadatsugu nel dominio Komoro, provincia di Musashi, con un ricavo di 13.000 koku e fu responsabile per l'amministrazione dei granai dei territori del Kantō. Dopo la battaglia di Sekigahara nel 1600, l'han fu incrementato a 20.000 koku. Tuttavia il clan fu privato dei loro possedimenti nel 1613 a causa del ruolo avuto da suo figlio Ina Tadamasa nel complotto organizzato da Ōkubo Nagayasu contro lo shogunato Tokugawa.

NoteModifica

  1. ^ Papinot, Jacques Edmond Joseph. (1906). Dictionnaire d’histoire et de géographie du Japon; Papinot, (2003). "Ina" at Nobiliare du Japon, p. 15; retrieved 2013-4-11.
  2. ^ Per i biografati giapponesi nati prima del periodo Meiji si usano le convenzioni classiche dell'onomastica giapponese, secondo cui il cognome precede il nome. "Ina" è il cognome.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN16107536 · ISNI (EN0000 0000 2623 1991 · LCCN (ENn82026054 · NDL (ENJA00621851 · WorldCat Identities (ENlccn-n82026054