Apri il menu principale
Innerleithen
villaggio e parrocchia civile; anticamente: burgh
(EN) Innerleithen/(GD) Inbhir Leitheann
Innerleithen – Veduta
Localizzazione
StatoRegno Unito Regno Unito
   Scozia Scozia
Area di consiglioScottish Borders
Territorio
Coordinate55°37′06.24″N 3°03′32.44″W / 55.6184°N 3.05901°W55.6184; -3.05901 (Innerleithen)Coordinate: 55°37′06.24″N 3°03′32.44″W / 55.6184°N 3.05901°W55.6184; -3.05901 (Innerleithen)
Abitanti3 070 (2014)
Altre informazioni
LingueInglese, Scots
Prefisso(+44)
Fuso orarioUTC+0
ConteaPeeblesshire
Cartografia
Mappa di localizzazione: Regno Unito
Innerleithen
Innerleithen
Sito istituzionale

Innerleithen (in gaelico scozzese: Inbhir Leitheann[1]) è una cittadina e parrocchia civile (anticamente: un burgh) della Scozia sud-orientale, facente parte dell'area amministrativa degli Scottish Borders (contea tradizionale: Peeblesshire) e dell’area committee del Tweeddale e situata lungo la confluenza dei fiumi Leithen e Tweed[2][3][4][5]. Centro tessile e termale[3][4], conta una popolazione di circa 3.000 abitanti[6].

Geografia fisicaModifica

Innerleithen si trova nella parte settentrionale dell'area amministrativa degli Scottish Borders, a non molti chilometri a sud-est di Edimburgo e tra le località di Peebles e Galashiels (rispettivamente ad est della seconda e ad ovest della prima).[3][5]

StoriaModifica

I primi insediamenti nella zona risalgono all'epoca pre-romana, come dimostra il ritrovamento di un forte risalente all'Età del Ferro.[2][4]

La fondazione di Innerleithen risalirebbe tuttavia, secondo la leggenda, al 737 d.C. e sarebbe stata opera di un monaco, Ronano, in seguito diventato santo.[2]

La località è poi menzionata nel XII secolo come Inverlethane.[2] Di quel periodo, si sa che sarebbe annegato alla confluenza dei fiumi Leithen e Tweed un figlio di re Malcolm IV di Scozia.[2]

Ancora agli inizi del XVIII secolo, l'esigua popolazione locale viveva pressoché esclusivamente di agricoltura e pastorizia.[3]

In seguito, però, tra il XVIII e il XIX secolo, furono scoperte ad Innerleithen delle sorgenti sulfuree note come "St Ronan's Wells" che acquisirono la fama di avere funzioni curativi.[3] Nel 1787, Innerleithen venne descritta così da Robert Burns come una "famosa località termale".[3]

Ad Innerleithen si sviluppò poi tra il XIX e il XX secolo, come in altre località degli Scottish Borders, l'industria tessile, grazie alla costruzione di vari mulini.[3][4]

Con l'arrivo poi della ferrovia nel 1866, Innerleithen conobbe un ulteriore sviluppo sia come centro termale che come centro tessile.[3]

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture civiliModifica

Traquair HouseModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Traquair House.

Tra i principali edifici storici di Innerleithen, figura la Traquair House: risalente in gran parte al XVII secolo, ma le cui origini risalgono almeno al XII secolo, è il più antico edificio della Scozia tuttora abitato.[3][7].

 
La Traquair House, nei dintorni di Innerleithen

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Nel 2014, la popolazione stimata di Innerleithen era pari a circa 3.070 abitanti.[6]

La località ha quindi conosciuto un incremento demografico rispetto al 2011, quando la popolazione censita era pari a 3.031 abitanti[6] e soprattutto rispetto al 1991, quando la popolazione censita era pari a 2.650 abitanti[6].

CulturaModifica

MediaModifica

  • Le sorgenti sulfuree della località sono il soggetto del romanzo di Sir Walter Scott St Ronan's Well (1823)[2][3][4]

SportModifica

Ad Innerleithen, si tengono a luglio per dieci giorni i St Ronan's Border Games, il più antico festival sportivo della Scozia, istituito da James Hogg Hogg e la cui prima edizione risale al 1827.[2][3][8].

NoteModifica

  1. ^ (EN) Innerleithen, Sabhal Mòr Ostaig. URL consultato il 29 ottobre 2016.
  2. ^ a b c d e f g (EN) The Culture & Heritage of Innerleithen, Innerleithen - Sito ufficiale. URL consultato il 28 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2016).
  3. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Innerleithen, Undiscovered Scotland. URL consultato il 28 ottobre 2016.
  4. ^ a b c d e (EN) Innerleithen, Visit Scotland. URL consultato il 28 ottobre 2016.
  5. ^ a b A.A.V.V., Key Guide - Gran Bretagna, Touring Club Italiano, Milano, 2007, p. 443
  6. ^ a b c d (DE) Innerleithen, Undiscovered Scotland. URL consultato il 29 ottobre 2016.
  7. ^ (EN) Ross, David, Traquair House, Britain Express. URL consultato il 29 ottobre 2016.
  8. ^ (EN) Home, St Ronan's Border Games. URL consultato il 29 ottobre 2016.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn97065203 · WorldCat Identities (ENn97-065203
  Portale Scozia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Scozia