Inos Biffi

professore emerito di Teologia sistematica e di Storia della teologia presso la Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale e presso la Facoltà di Teologia di Lugano

Inos Biffi (Lomagna, 24 marzo 1934) è un teologo italiano.

VitaModifica

Presbitero della Diocesi di Milano, ha ottenuto il dottorato in teologia e ha insegnato come professore di teologia sistematica e storia della teologia medioevale presso la Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale di Milano; è stato docente delle stesse materie presso la Facoltà di Teologia di Lugano, dove dirige l'Istituto di Storia della Teologia, da lui fondato. È membro della Pontificia Accademia di S. Tommaso d'Aquino e della Pontificia Accademia di Teologia; è dottore aggregato della Biblioteca Ambrosiana.

Presiede l'Istituto per la storia della teologia medievale di Milano e dirige, in collaborazione, le collane Biblioteca di Cultura Medievale ed Eredità Medievale. Storia della teologia da Boezio a Erasmo da Rotterdam presso l'editore Jaca Book.

Nel campo medievale è autore di numerosi volumi su teologi dei secoli XI, XII e XIII; ha collaborato all'edizione italiana Opera Omnia (latino-italiano) di sant'Ambrogio e ha curato, in collaborazione, l'edizione italiana Opera Omnia (latino-italiano) di sant'Anselmo d'Aosta e del Corpus colombaniano.

Le sue aree di lavoro sono: Sistematica teologica (sacramentaria, ecclesiologia e mariologia); storia della teologia medievale e moderna; letteratura e teologia monastica medievale; l'opera di Dante; la liturgia, soprattutto la liturgia ambrosiana, alla cui riforma ha collaborato; storia della Chiesa ambrosiana.

Premio Ratzinger 2016Modifica

Il 26 novembre 2016 ha ottenuto da Papa Francesco il Premio Ratzinger, quale studioso che si è particolarmente distinto nell’attività della ricerca scientifica di carattere teologico[1].

Collegamenti esterniModifica

NoteModifica

  1. ^ Premio Ratzinger 2016 (PDF), su fondazioneratzinger.va.
Controllo di autoritàVIAF (EN50429472 · ISNI (EN0000 0001 2096 1026 · SBN IT\ICCU\CFIV\020762 · LCCN (ENn78041238 · GND (DE133911241 · BNE (ESXX857160 (data) · BAV (EN495/84456 · WorldCat Identities (ENlccn-n78041238