Apri il menu principale

Irreligiosità in Egitto

pagina di disambiguazione di un progetto Wikimedia

L'irreligiosità in Egitto è rara tra gli abitanti (vedi religioni in Egitto), ancor più se espressa apertamente, essendo l'Islam la fede predominante[1][2][3][4][5][6][7][8]. È difficile quantificare il numero di coloro che professano l'ateismo o l'agnosticismo in Egitto, in quanto non vengono ufficialmente conteggiati nel censimento del paese[9][10]. Vi è inoltre una grande stigmatizzazione nel considerare qualcuno come miscredente, tanto che molti atei egiziani comunicano tra loro esclusivamente via Internet[11].

Secondo un sondaggio del 2010 proposto dal Pew Research Center, l'84% dei musulmani egiziani intervistati ha sostenuto l'applicazione della pena di morte per coloro che lasciano la religione musulmana[12] (Ridda, equivalente all'apostasia). Nel dicembre 2014 il "Dar al-Ifta", un centro islamico-governativo affiliato ad opere di educazione e giurisprudenza, ha sostenuto che nel paese vi sono 866 atei, il che ammonta a 0,001% della popolazione[13]. Nel novembre 2013, è stato stimato invece che almeno 3 milioni di egiziani potessero essere atei[14].

NoteModifica

  1. ^ Leaving Islam in the age of Islamism, Daily News. URL consultato il 31 marzo 2014.
  2. ^ How oppressive Islam triggers atheism, Hürriyet Daily News. URL consultato il 31 marzo 2014.
  3. ^ Did Religious Extremism Drive 2 Million Egyptian Youth to Unbelief?, Truth Dig. URL consultato il 14 febbraio 2014.
  4. ^ No God-given right to atheism in Egypt, albawaba. URL consultato il 20 novembre 2013.
  5. ^ Egypt's embattled atheists, Al Jazeera. URL consultato il 19 novembre 2013.
  6. ^ A Christopher Hitchens dream: Atheism on the rise in Egypt, Salon. URL consultato il 28 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2013).
  7. ^ A generation of atheists, Daily News. URL consultato il 28 settembre 2013.
  8. ^ Egypt's Atheists Want To Speak Their Mind In Post-Mubarak Era | All News Is Global |, Worldcrunch.com, 31 ottobre 2012. URL consultato il 21 settembre 2013.
  9. ^ Who is afraid of Egyptian atheists?, Al Arabiya. URL consultato il 20 novembre 2013.
  10. ^ Controversial Egyptian film ‘The Atheist’ gets go ahead by censors, Al Arabiya. URL consultato il 10 luglio 2012.
  11. ^ Jailan Halawi, Limits to expression, Al-Ahram Weekly, 21-December 27, 2000 (archiviato dall'url originale il dicembre 26, 2004).
  12. ^ Most Embrace a Role for Islam in Politics, Pew Research Center. URL consultato il 10 luglio 2012.
  13. ^ Patrick Kingsley, Egypt’s atheists number 866 – precisely, Guardian News and Media Limited, 12 dicembre 2014. URL consultato il 25 dicembre 2014.
  14. ^ Egypt: Are there really three million atheists?, BBC News, 19 novembre 2013. URL consultato il 15 novembre 2014.

Voci correlateModifica