Ishaq ibn Hunayn

medico

Abū Yaʿqūb Isḥāq ibn Ḥunayn (in arabo: ﺍﺑﻮ ﻳﻌﻘﻮﺏ إسحاق بن حنين‎; Baghdad, 830Baghdad, 910) è stato un traduttore e matematico arabo di cultura assira.

Figlio del celebre medico di età abbaside Ḥunayn b. Isḥāq ma convertito all'Islam, aiutò il padre nelle sue ultime traduzioni e tradusse egli stesso gli Elementi di Euclide e l'Almagesto di Claudio Tolomeo. Fu anche uno dei traduttori della Metafisica di Aristotele dal greco all'arabo.[1]

NoteModifica

  1. ^ Giovanni Ventimiglia, Aristotele, ponte culturale Palermo lo celebra così, in La Repubblica, 25 agosto 2018. URL consultato il 22 novembre 2020 (archiviato il 22 novembre 2020).

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN81962417 · ISNI (EN0000 0000 7932 7786 · LCCN (ENnr2001022360 · GND (DE108419630 · BNF (FRcb12341979s (data) · J9U (ENHE987007400158005171 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2001022360