Apri il menu principale

Isola del Principe Patrizio

isola del Canada
(Reindirizzamento da Isola Principe Patrick)
Isola del Principe Patrizio
Prince Patrick Island
Wfm prince patrick island.jpg
Foto satellitare dell'isola.
Geografia fisica
LocalizzazioneOceano Artico
Coordinate74°45′02″N 119°30′12″W / 74.750556°N 119.503333°W74.750556; -119.503333Coordinate: 74°45′02″N 119°30′12″W / 74.750556°N 119.503333°W74.750556; -119.503333
ArcipelagoArcipelago artico canadese
Superficie15.848 km²
Altitudine massima247 m s.l.m.
Geografia politica
StatoCanada Canada
TerritorioTerritori del Nord-Ovest Territori del Nord-Ovest
Demografia
Abitanti0
Cartografia
PrincePatrickIslandCloseup.png
Mappa di localizzazione: Canada
Isola del Principe Patrizio
Isola del Principe Patrizio
voci di isole del Canada presenti su Wikipedia

L’isola del Principe Patrizio[1] (in inglese Prince Patrick Island) appartiene all'arcipelago artico canadese, ed è la più occidentale delle isole Regina Elisabetta nel territorio canadese dei Territori del Nord-Ovest. L'isola ha una superficie di 15.848 km², il che la rende la 55a isola più grande del mondo e la 14a del Canada. È coperta dai ghiacci per tutto l'anno, il che la rende una delle regioni più inaccessibili del Canada.

Situata all'ingresso dello stretto di McClure, l'isola è disabitata e non sono segnalate comunità note, né presenti, né passate. Una stazione meteorologica (HAWS) chiamata Mould Bay fu inaugurata nel 1948 in collaborazione tra Canada e Stati Uniti e vi lavorarono mediamente tra le 10 e le 40 persone. La stazione venne chiusa nel 1997 a causa dei tagli al bilancio e sostituita con una stazione meteorologica automatica in una nuova posizione.

L'isola fu esplorata per la prima volta nel 1853 e più tardi le fu assegnato il nome in onore del principe William Arthur Patrick, duca di Connaught, che era governatore generale (1911-1916).

Il punto più elevato è a soli 277 m sul livello del mare, e la zona è sismicamente attiva.

Sull'isola è ambientato il romanzo Il cimitero dei capodogli (1961) di Ian Cameron che narra di una colonia di vichinghi che, perdutisi in questa terra, riescono a soparavvivere in una valle sperduta grazie ai vulcani che la rendono più abitabile.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2017000379