Istone H2b

Istone H2b
Gene
HUGO H2BFM
Entrez 286436
Locus Chr. X q22.2
Proteina

L'istone H2B è uno dei 5 principali istoni che intervengono nella formazione della cromatina delle cellule eucariotiche.[1]

StrutturaModifica

Si tratta di una proteina strutturale a basso peso molecolare formata da 126 amminoacidi.[2]È formato da un corpo globulare composto da eliche alpha, non ha la coda carbossi terminale ed ha una discreta coda ammino terminale ricca di arginine e lisine e quindi di cariche elettriche positive. Nell'uomo esistono diverse copie del l'istone H2B e la differenza sta nella coda ammino terminale che può essere più lunga o più corta, in particolare varia da 121 a 148 amminoacidi.[senza fonte]

FunzioneModifica

L'istone H2B ha una funzione strutturale in quanto contribuisce all'organizzazione del DNA degli eucarioti.[3] Ha un ruolo rilevante nella biologia del contenuto nel nucleo cellulare dove interviene nell'impacchettamento e nel mantenimento nel tempo della funzionalità dei cromosomi[3], nelle operazioni di regolazione e trascrizione del DNA e nella sua replicazione e riparazione.[2]

NoteModifica

  1. ^ L’organizzazione del dna e gli istoni, scheda di Lorenzo Nardi su www.molecularlab.it
  2. ^ a b T Ronnigen, A Shah, AR Oldenburg, K Vekterud, E Delbarre, JO Moskaug e P Collas, Prepatterning of Differentiation-Driven Nuclear Lamin A/C-Associated Chromatin Domains by GlcNAcylated Histone H2B, in Genome Research, vol. 25, 2015, pp. 1825–1835, DOI:10.1101/gr.193748.115.
  3. ^ a b J Wu, Mu, M Guo, Chen, Z Zhang, Z Li, Y cognome8=Kang Li e X, Histone H2B Gene Cloning, with Implication for Its Function During Nuclear Shaping in the Chinese Mitten Crab, Eriocheir sinensis, in Gene, 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Stefania Azzolini, Istone, in Enciclopedia della scienza e della tecnica, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2008.