Apri il menu principale

Ivor Novello

attore, compositore e sceneggiatore gallese

BiografiaModifica

A teatro compose commedie musicali (sovente insieme al paroliere Christopher Hassall), che mise in scena ed interpretò, come cantante e attore, a Londra fra il 1917 e il 1951. Molte di esse vennero portate a Broadway fra il 1923 e il 1936. Molte delle sue opere furono adattate per il grande schermo e, d'altronde, egli stesso fu sceneggiatore (o co-sceneggiatore) di tre film, tra cui Tarzan l'uomo scimmia, con Johnny Weissmuller e Maureen O'Sullivan.

Al cinema debuttò come attore nel 1919 ne L'Appel du sang, film muto francese di Louis Mercanton, col quale girò l'anno seguente anche Miarka, la fille à l'ourse, al fianco di Réjane et Charles Vanel. Novello reciterà in altre 21 pellicole fino al 1934. I suoi ruoli più importanti li sostenne nel 1927, sotto la direzione di un appena esordiente Alfred Hitchcock: Il pensionante – di cui interpreterà anche la versione parlata, girata da Maurice Elvey nel 1932 – e Il declino. Il suo primo film americano fu La rosa bianca di D.W. Griffith.

Il musical The Dancing Years con Novello nel cast con musica di sua composizione arriva a 969 recite all'Adelphi Theatre di Londra dal 1940.

MorteModifica

Ivor Novello morì improvvisamente per un attacco di trombosi coronarica all'età di 58 anni, poche ore dopo aver terminato una sua esibizione del King's Rhapsody.[1] Il suo corpo fu cremato al Golders Green Crematorium, e le sue ceneri furono sepolte accanto a un cespuglio di lillà con una placca.[2] Ha lasciato in eredità beni per il valore di £160,000.[3]

MemoriaModifica

 
La casa natale di Ivor Novello a Llwyn-yr-Eos, Cowbridge Road East, Cardiff

Ad Ivor Novello è stato intitolato il premio omonimo, che dal 1955 viene assegnato a compositori e scrittori musicali.

Nel 2002 il regista Robert Altman ne ha fatto un personaggio del suo film Gosford Park, nel quale è stato interpretato dall'attore Jeremy Northam.

FilmografiaModifica

Attore (parziale)Modifica

Sceneggiatore (parziale)Modifica

NoteModifica

  1. ^ Obituary, The Times, 7 March 1951, p. 6
  2. ^ Ivor Novello, Find a Grave. URL consultato il 3 dicembre 2009.
  3. ^ Composer Left £160,000 Estate., in The Mercury (Hobart, Tas. : 1860 - 1954), Hobart, Tas., National Library of Australia, 9 giugno 1951, p. 8. URL consultato il 10 luglio 2012.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN56811010 · ISNI (EN0000 0000 8136 1238 · LCCN (ENn81005106 · GND (DE128687738 · BNF (FRcb14039296x (data) · NLA (EN35392520 · WorldCat Identities (ENn81-005106
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie