James Oppenheim

poeta, scrittore e editore statunitense

James Oppenheim (Saint Paul, 24 maggio 1882New York, 4 agosto 1932) è stato un poeta, scrittore e editore statunitense.

BiografiaModifica

Nato nel 1882 nel Minnesota, studiò alla Columbia University e fu tra i primi seguaci di Carl Gustav Jung. Negli anni dieci fondò la rivista letteraria The Seven Arts, che raggiunse ben presto una certa diffusione ma nel 1917 fu costretta a chiudere a seguito di problemi politici legati alle posizioni pacifiste e anti-interventiste rispetto alla Prima guerra mondiale.

Le opere più note di Oppenheim sono il romanzo I nove decimi, del 1911, che descrive le problematiche del mondo del lavoro su posizioni fabiane e suffragiste; e la poesia Il pane e le rose, dello stesso anno, che è divenuta il simbolo dello sciopero del 1912 delle operaie tessili di Lawrence. La poesia è stata musicata nel 1976 da Mimi Fariña e nel 1990 da John Denver.

Scrisse anche per il cinema. Tra soggetti, sceneggiature e film tratti da suoi libri, furono portate sullo schermo trenta pellicole che portano il suo nome nei credits.

È morto a New York nel 1932.

FilmografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN13390580 · ISNI (EN0000 0000 8358 4873 · LCCN (ENn87914483 · GND (DE129521779 · BNF (FRcb16188184w (data) · NLA (EN35400080 · WorldCat Identities (ENlccn-n87914483