Apri il menu principale

Johann Heinrich Kopp

BiografiaModifica

Era il padre del chimico Hermann Franz Moritz Kopp (1817-1892). Studiò medicina presso le università di Rinteln, Marburgo e Jena, ottenendo la sua abilitazione nel 1801. Lavorò come medico a Rödelheim, poi si stabilì come medico nella sua città natale. Dal 1807 lavorò come professore di chimica, fisica e storia naturale presso il liceo di Hanau. Nel 1813 venne nominato ufficiale medico e nel 1815 raggiunse il titolo di Hofrat (consigliere). In seguito, divenne un medico personale del principe elettore di Hesse. Nel 1808 divenne uno dei membri fondatori del Wetterauische Gesellschaft, che servì come direttore nel 1826-1828.[1][2]

Fu autore di numerosi scritti su varie tematiche mediche; la sua opera con maggior successo fu nel campo della medicina forense. Nel 1808 fornì una prima descrizione di bieberite.[3]

Opere principaliModifica

  • Dissertatio inauguralis medica sistens tentamen de causis combustionis spontaneae in corpore humano factae, 1800.
  • Grundriß der chemischen Analyse mineralischer Körper, 1805.
  • Systematisch-tabellarische Uebersicht und Charakteristik der Mineralkörper in oryktognostischer und orologischer Hinsicht, 1806 (con Karl Cäsar von Leonhard; Karl Friedrich Merz).
  • Mineralogische synonymik, 1810
  • Ausführliche Darstellung und Untersuchung der Selbstverbrennungen des menschlichen Körpers in gerichtlich-medizinischer und pathologischer, 1811.
  • Denkwürdigkeiten in der ärztlichen Praxis (5 vol. 1830–44).[4]

NoteModifica

  1. ^ - Wetterauische Gesellschaft, su www.kulturforum-hanau.de, 17 gennaio 2017. URL consultato il 27 gennaio 2017.
  2. ^ (DE) Hessische Biografie : Erweiterte Suche : LAGIS Hessen, su www.lagis-hessen.de. URL consultato il 27 gennaio 2017.
  3. ^ Bieberite: Bieberite mineral information and data., su www.mindat.org. URL consultato il 27 gennaio 2017.
  4. ^ Most widely held works by Johann Heinrich Kopp WorldCat Identities

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN24942323 · ISNI (EN0000 0000 5274 0028 · LCCN (ENnr2001006693 · GND (DE100197000 · CERL cnp00112289 · WorldCat Identities (ENnr2001-006693