Apri il menu principale
John Thune
John Thune, official portrait, 111th Congress.jpg

Whip della Maggioranza del Senato degli Stati Uniti d'America
In carica
Inizio mandato 3 gennaio 2019
Predecessore John Cornyn

Senatore degli Stati Uniti per il Dakota del Sud
In carica
Inizio mandato 3 gennaio 2005
Predecessore Tom Daschle

Membro della Camera dei Rappresentanti - Dakota del Sud, at-large
Durata mandato 3 gennaio 1997 –
3 gennaio 2003
Predecessore Timothy P. Johnson
Successore Bill Janklow

Dati generali
Partito politico Repubblicano
Tendenza politica conservatore

John Randolph Thune (Murdo, 7 gennaio 1961) è un politico statunitense, senatore per lo stato del Dakota del Sud e in precedenza membro della Camera dei Rappresentanti per lo stesso stato dal 1997 al 2003.

Indice

BiografiaModifica

Nato e cresciuto nel Dakota del Sud, Thune studiò all'Università Biola e dopo aver conseguito un MBA entrò a far parte dello staff di James Abdnor.

Impegnato politicamente con il Partito Repubblicano, fra il 1991 e il 1993 occupò la carica di direttore delle ferrovie del Dakota del Sud. Nel 1996 annunciò la propria candidatura alla Camera dei Rappresentanti e riuscì a farsi eleggere, per poi essere riconfermato per altri due mandati nel 1998 e nel 2000.

Nel 2002 si candidò al seggio del Senato occupato dal democratico Timothy P. Johnson: la campagna elettorale fu molto combattuta e alla fine Thune risultò sconfitto per poco più di cinquecento voti[1].

Due anni dopo Thune decise di cercare una nuova elezione a senatore e così sfidò l'allora leader di minoranza al Senato Tom Daschle; anche questa volta la campagna elettorale fu molto serrata ma in questo caso fu Thune a vincere di misura, sconfiggendo Daschle. Thune venne poi riconfermato per un secondo mandato nel 2010, senza dover affrontare alcun avversario.

Fervente conservatore, è un accanito oppositore del matrimonio omosessuale e dell'aborto.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Thune Concedes in South Dakota, su abcnews.go.com. URL consultato il 24 gennaio 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN29292553 · LCCN (ENno2006097611 · WorldCat Identities (ENno2006-097611