Apri il menu principale
Jordan 197
Jordan 197 Peugeot museum.jpg
La Jordan 197
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Jordan Grand Prix
Categoria Formula 1
Squadra B&H Total Jordan Peugeot
Progettata da Gary Anderson
Sostituisce Jordan 196
Sostituita da Jordan 198
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Struttura a nido d'ape in fibra di carbonio
Motore Peugeot A14 3000cc 72° V10 ~750 CV a 15.500 g/min.
Trasmissione Jordan semi-automatico di 7 rapporti + retromarcia
Dimensioni e pesi
Passo 2950 mm
Peso 600 kg
Altro
Carburante Total
Pneumatici Goodyear
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio d'Australia 1997
Piloti 11 Ralf Schumacher
12 Giancarlo Fisichella
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
17 0 0 1
Campionati costruttori 0
Campionati piloti 0

La Jordan 197 è una vettura da competizione realizzata dal team irlandese Jordan nel 1997.

SviluppoModifica

L'auto venne progettata per partecipare al campionato del mondo di Formula 1 del 1997 in sostituzione della precedente 196.

TecnicaModifica

La 197 era dotata di un telaio in fibra di carbonio con struttura ad alveare, mentre le sospensioni a doppi bracci trasversali erano in configurazione pushrod in entrambe le sezioni. Come propulsore era impiegato il Peugeot A14 V10 di 3000cc, come da regolamento, in grado di erogare circa 750 cavalli a 15.500 giri al minuto, il tutto era gestito da un cambio Jordan sequenziale a sette rapporti. Gli pneumatici erano forniti dalla Goodyear.

Attività sportivaModifica

Per la stagione 1997 vennero ingaggiati i piloti Giancarlo Fisichella e Ralf Schumacher. La nuova vettura si rivelò molto veloce e i due piloti, malgrado una convivenza difficile che li portò più di una volta a scontrarsi nel corso della stagione, riuscirono a salire sul podio per tre volte, con il romano Fisichella, che in Belgio giunse secondo. A fine anno la scuderia totalizzò 33 punti, miglior risultato della sua storia, oltre al solito quinto posto in classifica costruttori.[1]

NoteModifica

  1. ^ Supermachine – Jordan 197, su formulazerobrasil.wordpress.com. URL consultato il 25 luglio 2014.

Altri progettiModifica

  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1