Kamenitza

Kamenitza
Logo
Stato  Bulgaria
Fondazione1881 a Plovdiv
Sede principalePlovdiv
GruppoMolson Coors Beverage Company
SettoreAlimentare
Prodottibirra
Slogan«Gli uomini sanno perché»

Kamenitza (in bulgaro Каменица)[1] è una delle più famose aziende produttrici di birra bulgare, la cui sede si trova nella città di Plovdiv. Fondato nel 1881, il birrificio, appartenente a Molson Coors Beverage Company, offre un'ampia varietà di birre lager e scure. Lo slogan dell'azienda è "Muzete znayat zashto”, che significa “Gli uomini sanno perché”.

Birre Kamenitza

Nel 2005, secondo i dati della Nielsen Corporation[2], Kamenitza deteneva il 18% delle quote nel mercato della birra bulgaro. Inoltre, l'azienda è lo sponsor ufficiale della Nazionale di calcio bulgara. Attualmente la Kamenitza vende sei diverse varietà di birra: Light (gradazione alcolica 4,4%), Dark (6%), birra analcolica, birra di frumento e Fresh (aromatizzata al limone e all'uva, con gradazione alcolica 2,1%).

StoriaModifica

Nel 1881 tre imprenditori svizzeri fondano un birrificio a Plovdiv, su una collina chiamata Kamenitza, da cui deriva il nome del marchio. A quel tempo, la bevanda più apprezzata dalla maggior parte della popolazione bulgara era la birra lager, ma la Kamenitza decide di sondare nuovi terreni cominciando a produrre la prima birra scura del mercato. Nell'ultimo decennio dell'Ottocento l'azienda vince numerosi premi in diverse esposizioni internazionali, tra cui quelle di Bruxelles e Chicago[3].

Il regime comunista nazionalizza la Kamenitza per la prima volta nel 1947, rendendola parte delle aziende statali delle bevande alcoliche; la seconda nel 1952, rendendola parte del Vinprom. Nel 1995, la multinazionale belga InBev acquista i birrifici Kamenitza, Astika e Burgasko Pivo, e nel 1997 anche Plevensko Pivo. Tra il 1997 e il 2005, InBev investe 86,3 milioni in Bulgaria, e nel 2005 la Kamenitza vende 800'000 ettolitri, diventando così la birra locale più venduta.

Nell'ottobre del 2009, il fondo di investimento privato CVC Capital Partners ha acquistato tutte le proprietà della Anheuser–Busch InBev nel centro Europa per 2,23 miliardi di euro, rinominando tutte le attività commerciali StarBev[4]. Dall'inizio del 2010, le bottiglie di Kamenitza sono chiuse con i tappi ad apertura facilitata (pull-off).

NoteModifica

  1. ^ Pronuncia corretta di Kamenitza su Pronny the Pronouncer Archiviato il 23 maggio 2016 in Internet Archive..
  2. ^ Bulgarian beer maker Kamenitza bets on packaging innovations for '06, in Dnevnik a.m. the news@8, 2006. URL consultato il 4 febbraio 2007 (archiviato dall'url originale il 14 febbraio 2006).
  3. ^ Ivan Vatahov, Bulgaria’s Kamenitza marks 125 years, in The Sofia Echo, 2006. URL consultato il 4 febbraio 2007 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2007).
  4. ^ Apatinska pivara prodata CVC-u, B92, October 15, 2009
  Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende