Kepler-7 b

pianeta extrasolare nella costellazione della Lira
Kepler-7 b
Exoplanet Comparison Kepler-7 b.png
Dimensioni fra Giove e Kepler-7 b.
Stella madreKepler-7
Scoperta4 gennaio 2010
ClassificazioneGigante gassoso
Distanza dal Sole3377 anni luce
Parametri orbitali
Semiasse maggiore0.06224 U.A.
Periodo orbitale4.8855 giorni
Inclinazione orbitale86.5°
Eccentricità0
Dati fisici
Raggio medio1,478 RJ
Massa
0,433 MJ
Densità media166 kg/m3
Temperatura
superficiale
1540 K (media)

Kepler-7 b è un pianeta extrasolare che orbita attorno alla stella Kepler-7, distante 3377 anni luce dal sistema solare, nella costellazione della Lira. La sua massa è all'incirca 138 volte quella terrestre, il 43% di quella di Giove, nonostante il suo raggio sia maggiore di quest'ultimo (1,48 RJ). Ha infatti una densità molto bassa, pari a 166 kg/m3, sette volte meno di Giove, il che lo rende il secondo pianeta scoperto più rarefatto conosciuto, secondo solo a WASP-17b[1]

Stella madreModifica

La stella madre del pianeta, Kepler-7, è una nana gialla leggermente più massiccia del Sole del 35%, con un raggio 1,84 volte superiore ed un temperatura prossima ai 6000 K. Pare essere, secondo i modelli evolutivi, nella parte finale della sua permanenza nella sequenza principale[2]

ScopertaModifica

Il pianeta è stato scoperto nella prima ondata di scoperte tramite la Missione Keplero, nelle prime 6 settimane di osservazioni. Kepler è un satellite puntato in direzioni di stelle simili al Sole alla ricerca di pianeti adatti ad ospitare la vita tramite il metodo del transito. Le prime scoperte furono annunciate il 4 gennaio 2010 nella riunione invernale dell'American Astronomical Society, a Washington[3].

CaratteristicheModifica

Kepler-7 b è un pianeta gioviano caldo, la sua distanza dalla stella madre, 0,06 UA, è infatti notevolmente inferiore a quella di Mercurio dal Sole. Ha una densità del 17% di quella dell'acqua, paragonabile ad esempio a quella del polistirene. Di tutti i pianeti finora scoperti, solo WASP-17b sembra meno denso di Kepler-7 b.

NoteModifica

  1. ^ Summary Table of Kepler Discoveries, NASA, 15 marzo 2010.
  2. ^ Kepler-7b: A Transiting Planet with Unusually Low Density, Missione Kepler, 26 dicembre 2009. URL consultato il 25 giugno 2012.
  3. ^ Ron Cowen, Kepler space telescope finds its first extrasolar planets, Science News. URL consultato il 2 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2012).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica